La loro ascesa sembra ormai inarrestabile. Chiara e il marito rapper contano 32 milioni di fan nel mondo virtuale, ma la loro influenza è così reale che addirittura il presidente del Consiglio li chiama per arruolarli nella battaglia anti Covid. E mentre il virus torna a fare paura, in piena seconda ondata, loro scendono in campo per sensibilizzare i giovani sull’uso delle mascherine. Intanto in privato… si preparano ad allargare la famiglia. E la sorellina di Leone, in arrivo in primavera, diventa quasi un simbolo di speranza e ripartenza.

on sono più semplicemente una influencer e un rapper. Non sono più nemmeno solo i “Ferragnez”, quelli dei social. Sono entrambi – e già questa è una novità perché in passato erano famosi singolarmente – veri e propri “ambasciatori” d’Italia chiamati addirittura dal premier Giuseppe Conte per sensibilizzare i più giovani all’uso delle mascherine.

Chiara Ferragni e Fedez sono diventati così popolari da scavalcare i confini della rete e planare nella vita reale salendo quasi in cattedra, come esempio da seguire, come quelli che ti possono dire come fare perché se lo fanno loro va bene, fa tendenza, lo devi fare anche tu. Eppure all’inizio in pochi avrebbero scommesso sulla potenza di questa coppia: lei, icona del lusso che viveva a Los Angeles e lui nato e cresciuto alla periferia di Milano che cantava nel linguaggio rap, genere musicale di strada.

Ma allora di strada hanno fatta parecchia… Lui si è “raffinato” nel modo di fare musica diventando sempre più apprezzato, oltre che giudice per tante edizioni dì XFactor e produttore di altri talenti. Lei da imprenditrice digitali’, capace di anticipare tempi e tendenze, è a capo oggi di una serie di attività che sono valutati in torno ai 40 milioni di euro e sta pensando nel futuro prossimo addirittura di quotarsi in borsa. Ma c’è di più. Oggi sono una famiglia  felice e anche lì sono un esempio da seguire per molti giovanissimi. Sono così all’unisono da sembrare una persona sola e postano così tanto amore virtuale da apparire romanticoni vecchio stampo.

Davvero mai un litigio o magari solo a volte, ma poi il battibecco si trasforma subito in uno sketch sui social. Sembrano essere una coppia tradizionale più che due giovani in carriera, all’avanguardia nei loro settori. Lei, a 33 anni, è in dolce attesa di una femminuccia e di recente ha postato l’ecografia della piccola. A marzo regalerà una sorellina a Leone, il primogenito di due anni. Sul fronte della solidarietà, la coppia aveva già dato prova di essere attiva e particolarmente sensibile. Lo scorso marzo con l’inizio della epidemia, senza che si capisse ancora la reale portata di questo virus, i Ferragnez avevano lanciato una raccolta fondi con una donazione personale di 100 mila euro a sostegno del nuovo reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano.

Una operazione che ha cambiato la percezione che alcuni avevano della coppia. E oggi Chiara e Fedez, chiamati da Conte per un intervento da ambasciatori delle mascherine, hanno subito risposto. Lui ha postato una serie di video str Instagram sull’importanza sociale di indossarle e lei ha dichiarato: «Vorrei invitarvi a mettere la mascherina perché un piccolo gesto può fare la differenza. In Italia siamo davvero in una situazione delicata e un semplice gesto come questo può far sì che non si verifichi lo scenario peggiore, quel lockdown che tutti abbiamo provato sulla nostra pelle». In un momento difficile per tutti, dove le incertezze future sono così tante da fare paura, Chiara e Fedez diventano un esempio di ottimismo sia nel campo professionale, sia nella vita privata: anche qui hanno dimostrato il coraggio di volere allargare la famiglia pensando a un futuro migliore.