Dove la metti sa stare. E fa pure la differenza. Vanessa Incontrada è così, una stella luminosa del mondo dello spettacolo: attrice versatile, dalla grande espressività, conduttrice di talento, spigliata e spiritosa, donna bellissima e sensuale. Che con la sua splendida fisicità ha fatto e fa sentire le donne, tutte, ancora più belle. Per la sua fisicità Vanessa è stata attaccata. Ma lei non se cura, “guarda e passa”. Al suo pubblico si dà con generosità: tra fiction, programmi Tv e cinema, sempre di grande qualità e successo.

L’abbiamo appena vista alle prese con lo show 20 anni che siamo italiani, accanto a Gigi D’Alessio, la rivedremo a gennaio, dal 12, sempre su Raiuno nella serie Angela, dove interpreta la protagonista, un personaggio difficile, complicato, pieno di imprevisti e di tragedie. Angela è una madre che la vita mette di fronte al più grande incubo, la morte del figlio Matteo, di soli 9 anni.

Impossibile, da quel momento, per la donna guardare la propria esistenza con gli stessi occhi. Insieme a lei, nel cast, ci sono, tra gli altri, Giuseppe Zeno, con cui aveva già recitato nella fiction Scomparsa, Katia Ricciarelli. Simone Montedoro e Sebastiano Somma. Poi ci sarà un’altra fiction, sempre per la Rai. E pure il cinema. In mezzo c’è Sanremo: un sogno? Una speranza? Tutti la vorrebbero accanto ad Amadeus sul prestigioso palco dell’Ariston, in questa settantesima edizione del Festival. Amadeus che farà? Le “scommesse” sono aperte e lei è già data per favorita.

«Ho tanti impegni e continuo con loro. Ma so cosa significa Sanremo per gli italiani, sappiamo tutti il valore del Festival. Quindi… perché no?!».
La domanda nasce spontanea: qual è il tuo rapporto con la musica?
«Sono nata, professionalmente parlando, con la musica: il mio primo programma in Italia è stato Superclassifica Show quando avevo solo 19 anni. Poi ho lavorato per tanti anni in radio, quindi la musica mi appartiene. Ascolto tutto, non ho una preferenza; credo che la musica sia un momento di vita, quindi mi baso sull’emozione, sullo stato d’animo del momento».
«Amo cantare e ballare»
E la musica di Gigi D‘Alessio?
«Adesso che sono reduce dall’esperienza accanto a Gigi D’Alessio I sono naturalmente “infissa” con le sue canzoni. Ho provato anche a  cantare in napoletano I seguendo lui e Fiorella I Mannoia… manco una 1 parola!». ;
Come sono stati questi venti anni da italiana, per riprendere il titolo 9 del tuo ultimo show? H «Io sono italiana da p sempre, anche se in effetti sono un vero e meraviglioso “mischilime” di cose e va bene F cosi, naturalmente: I mia madre è catalana, I mia nonna murciana, mio nonno basco, l’altra mia nonna calabrese.