La giovane e bella Gaia si è aggiudicata la vittoria nell’ultima edizione di Amici. Di madre brasiliana e con un grande talento canoro, Gaia Gozzi nasce il 29 settembre 1997 sotto il segno della Bilancia. Mercurio si trova agli ultimi gradi del segno della Vergine, indicatore di grande disciplina e capacità di essere in grado di adottare strategie risolutive di fronte agli imprevisti della vita con intelletto e creatività. L’aspetto di apertura importante con Giove e Urano conferiscono elasticità mentale e capacità di vivere le emozioni da protagonista. Questo trigono manifesta la sua capacità di sognare in grande e l’apertura mentale necessaria a poter scrivere le proprie idee con estro e originalità.

Mercurio, che rappresenta l’adolescenza, ci racconta di una Gaia molto attenta alle parole dei genitori, all’educazione impartita con devozione e disciplina. Bella anche la Luna nel segno della Vergine che la riporta con i piedi per terra, quando i sogni diventano troppo lontani dalla realtà. E bello sognare, ma un’artista ha la necessità di essere oggettivo e consapevole circa le proprie potenzialità, senz’altro notevoli nel caso di Gaia.

Venere è nel segno dello Scorpione, il segno di Plutone, e ribattezza il suo talento creativo e la sua esclusiva capacità di seduzione e magnetismo. Capacità peraltro riscontrabile anche nella sua musica, nel suo primo successo musicale, Fotogramas, divenuto famoso in seguito alla sua partecipazione a un altrettanto ambito talent show, X Factor. Il singolo rappresenta la sua natura venusiana, spigliata, fresca e genuina in cui unisce tradizione e originalità. Il brano era infatti il giusto mix tra lingua italiana e brasiliana. Trovata d’avanguardia nel mercato musicale, perché nessuno sino ad allora aveva provato a miscelare in un brano di stampo pop le due lingue. Questa Venere procede a passo spedito nel segno del Sagittario dove Gaia ha ben due pianeti: Marte e Plutone, segno indiscusso che la carnalità e l’atto sessuale la rendono viva.

Molto probabilmente è attratta da figure un po’ oscure, ombrose caratterialmente, ma che suscitano in lei attenzione. Quella Venere in un segno di terra, insieme alla con  giunzione Marte-Plutone in Sagittario ci raccontano di un destino segnato dall’incontro di un uomo più grande che viene da lontano. Complici le sue origini sudamericane ed essendo il Sagittario il segno della Spagna, forse un bell’uomo latino americano non le guasterebbe.

Meno fortunata è quella Luna calante in arrivo alla congiunzione solare e dunque alla creazione della Luna Nuova del mese in cui è nata. La Luna con lentezza si appresta a congiungersi al Sole: pare che Gaia abbia dovuto sudare sette camicie per arrivare dove è arrivata. Anche l’umore, l’emotività pare non siano delle più stabili, in continua ricerca di stabilità e di equilibrio, di insicurezze e malinconie: stati d’animo tipici degli artisti migliori che sanno leggersi dentro e tradurre le emozioni in canzoni.

Nei gradi tebaici che rappresentano in un’iconografia il tema della nostra venuta al mondo, Gaia rappresenta il grado 5 (approssimando in difetto i gradi del suo Sole) e André L’Eclair, studioso di questa arcaica branca dell’astrologia, ci parla del quinto grado Bilancia come di un soggetto con indole impulsiva, pieno di entusiasmo e aspirazioni elevate, ma impaziente di raggiungere il proprio ideale e insofferente agli ostacoli. Non teme i pericoli, ma una vita terra terra lo avvilirebbe e lo renderebbe infelice. Restando agli anni a venire però quel Saturno che già ora ha fatto il suo ingresso in Acquario e l’ha condotta alla vittoria e le porterà tanta fortuna. In bocca al lupo!