Alla Continassa, ultimamente, succedono cose bizzarre. Come Andrea Barzagli che s’inventa una rovesciata dal nulla, o Mattia De Sciglio che lo imita con risultati lusinghieri. A parte i bei gesti, oggi in sede di rifinitura si dà il caso che il terzino milanese possa giocarsi tutte le carte per tornare fra i titolari. Difficile che il neo 26enne replichi l’esperienza di volo di cui sopra, ma in fondo la dimostrazione del pieno recupero dal doppio infortunio del suo inizio di stagione sta anche in questo tentativo di “sentirsi Ronaldo”, anche solo per un attimo. Di sicuro il piede dell’ex milanista si sta riscaldando, la corsa pulita è quella che stregò l’Allegri dei tempi rossoneri.

Domani a Empoli, qualora il tecnico juventino decida di dare una rinfrescata al comparto dei terzini, De Sciglio potrebbe fare il suo esordio: manca in un match ufficiale dal 13 maggio, manca un ricambio che consenta a Cancelo (9 presenze stagionali su 10 da titolare) ed Alex Sandro (11 su 12) di rifiatare. L’ex milanista può venir buono anche a sinistra dove, aspettando Spinazzola, non ci sono ulteriori alternative alla spremitura dell’ex Porto.

Oggi Allegri testerà l’undici anti Empoli, chiamato a rilanciare la marcia bianconera dopo l’unico pit stop di quest’avvio strabiliante. Quello che dovrebbe rivedere Perin tra i pali: per l’ex genoano una presenza contro il Bologna il 26 settembre, poi un intenso mix di allenamenti aspettando la chiamata. I campioni d’Italia dovrebbero ridisporsi a 4 in difesa, con Benatia e Rugani al warm up. Il toscano (due presenze di cui una da titolare per ora) vorrebbe avere spazio, pur consapevole del fatto che sia complicato scindere il duo Bonucci-Chiellini.
Allegri, in mediana, non godrebbe di altre scelte se solo volesse schierare tre centrocampisti di ruolo: Bentancur-Pjanic-Matuidi, in questo senso, è una filastrocca comunque feconda da Udine in poi, considerati i mini abbonamenti all’infermeria che spettano ad Emre Can e Sami Khedira. Così può capitare che contro l’Empoli si riveli dirimente il ruolo assegnato a Federico Bernardeschi. Esterno? Mezzala? Per lui pari sono, tenendo conto pure del feeling che il carrarese nutre con il buonissimo Cuadrado degli ultimi tempi. In attacco la carta a sorpresa è Douglas Costa dall’inizio. Dybala pregusta altre magie dopo Manchester, Ronaldo in panchina pare un’utopia, mentre Mandzukic hja svolto un differenziato. Più saggio preservarlo per le prossime battaglie, a meno che la caviglia già distorta di Mario non se ne abbia a male…

 

Ecco alcuni suggerimenti utili per vedere Empoli Juventus in streaming live con i siti delle emittenti che operano fuori dai confini italiani, un’alternativa apprezzata dal popolo del web che è anche legale perché le emittenti hanno acquistato i diritti della Serie A nei rispettivi paesi e quindi anche gli utenti italiani possono ricercare sul web lo streaming legale. Possibilità che si riduce fino a sparire nel caso in cui intervengano i blocchi geografici. I primi tentativi si potrebbero fare con:

  1. Turchia con l’emittente Turkish Radio and Television Corporation;
  2. Serbia con l’emittente Radio-televizija Srbije;
  3. Svezia con l’emittente Modern Times Group;
  4. Repubblica Ceca con l’emittente Ceca Ceská Televize;
  5. Svizzera con l’emittente Schweizer Radio und Fernsehen;
  6. Paraguay con l’emittente Sistema Nacional De Television;
  7. Paesi Bassi con l’emittente Sanoma Media Netherlands;
  8. Suriname con l’emittente Surinaamse Televisie Stichting;
  9. Portogallo con l’emittente Rádio e Televisão de Portugal;
  10. Slovacchia con l’emittente Slovenská Televízia.