Il governo sta lavorando per l’aumento della pensione minima prevista nel 2019, milioni di persone sono in ansia per sapere se la proposta di legge verrà approvata.Attualmente non è ancora diventata realtà, anche se, è una delle priorità del governo Salvini – Di Maio. Adesso andando in pensione con la minima, si percepiscono 507 euro importo incrementato rispetto all’anno precedente.

A differenza dell’assegno sociale che attualmente è  di 453 euro. Secondo le intenzioni del governo, la minima dovrebbe subire un incremento fisso a 780 euro. Ciò significa che se un pensionato oggi prende 500 euro, riceverà un incremento di 280 euro per arrivare alla soglia minima prestabilita.

Aumento pensione minima 2019: quando ci sarà?

La deputata M5S Francesca Anna Ruggiero ha da poco dichiarato. “Entro la fine dell’anno saranno approvate la Legge di Bilancio e l’abolizione delle pensioni d’oro, con la revisione del metodo retributivo”. Inoltre, “dai soldi che avanzeranno andremo ad aumentare le pensioni minime”.

La misura dovrebbe quindi trovare spazio per il prossimo anno e fare contenti molti pensionati che attualmente percepiscono un assegno così basso da impedirgli di mantenere un tenore di vita dignitoso.

Aumento pensione minima 2019: come funziona

Ne abbiamo già parlato, l’aumento della pensione minima prevede l’innalzamento degli importi minimo, oggi fissati a poco più di 500 euro. Il “regime di reddito minimo” di cui parla anche il provvedimento europeo ammonterà così a 780 euro. Il che significa che chi percepisce già un assegno superiore a quella cifra non sarà coinvolto dagli incrementi. Chi invece percepisce importi inferiori riceverà l’aumento. In questo modo, se un soggetto prende 600 euro, gli spetteranno 180 euro in più per arrivare al limite minimo di 780 euro. Stando alle prime stime, sarebbero circa 4 milioni e mezzo i pensionati direttamente interessati da questa misura. Per sapere se quest’ultima sarà approvata ed entrerà in vigore nel 2019, bisognerà però aspettare ancora informazioni e aggiornamenti ufficiali a riguardo.