Tito Boeri l’attuale presidente dell’Inps continua il suo dialogo sulle pensioni. Tutto questo mentre il centro del governo accompagnato dai sindacati cercano di lavorare insieme trovando un accordo per l’innalzamento dell’età pensionabile.

Tito Boeri ha nuovamente affermato che l’Italia non può permettersi blocco. Durante il suo intervento in un convegno ha voluto precisare l’intenzione di pensare meno ai vecchi e più regioni. Ovviamente queste parole hanno fatto molto discutere visto che proprio il contrario a qualsiasi modifica dell’attuale sistema. Vediamo insieme l’intervento tutti i dettagli.

Pensioni ultime notizie: età pensionabile, ci sono i fondi?

Il sistema adottato sull’età pensionabile che va correlato alle aspettative di vita è stato fatto per pesare meno regioni. Così ha affermato Boeri durante un convegno a Roma: “se si fermasse l’età pensionabile a 67 anni e per vent’anni non facessero gli adeguamenti previsti dalla legge Tremonti-Sacconi del 2010 reti a domani della riforma Fornero, quello di avere una spesa aggiuntiva per la pensione di 140 miliardi di euro da qui al 2040″.

Sempre durante il convegno avvenuto nella capitale, il professore Tito ha dichiarato la sua intenzione di pensare prima giovani alle famiglie con bambini. Gli individui che attualmente sono infine alla pensione non hanno subito in alcun modo penalizzazioni, le stesse, a cui possono andare incontro i nuovi assunti: “Le persone con più di 65 anni sono la fascia della popolazione è stata colpita di meno dalla crisi”.