Fare la cosa giusta, al momento giusto: è questa la chiave del successo contro il sovrappeso. E c’è di positivo che le “cose giuste” non sono lunghi trattamenti, ma micro-azioni da far diventare buone abitudini. Il poco ma spesso è davvero la formula magica per veder sparire i chili in più che, d’altra parte, sono arrivati proprio così, piano piano, solo perché un giorno dopo l’altro hai fatto qualcosa che ne ha favorito la comparsa. Ti proponiamo qui alcuni suggerimenti che tengano conto delle variazioni ormonali che si verificano durante la giornata. Ovviamente gli orari sono quelli ideali, ma anche se non riesci ad adattarli completamente alla tua routine restano utili indicazioni sulle reali esigenze del tuo organismo.

Appena sveglia stiracchiati, attivi circolazione metabolismo.

Il risveglio dovrebbe essere dolce. Anche se hai i tempi ristretti dedica un paio di minuti a te stessa. Sdraiata, apri e chiudi la mani, compi 3-4 rotazioni della caviglia, quindi alzati e stirati con allungamenti spontanei. In piedi di fianco al letto esegui un paio di respirazioni profonde.

 Il tuo corpo è senz’acqua da almeno 6 ore

Il tuo corpo è rimasto dalle sei alle otto ore senza idratazione e l’acqua è indispensabile a tutti i processi metabolici. Prima di fare colazione, bevi un bicchiere di acqua tiepida. L’acqua al naturale va benissimo, ma se vuoi puoi aggiungere del succo di limone e ‘ un cucchiaino di miele di castagno: è una varietà poco dolce ma ricca di minerali e ti fornisce energia.

L’olio di rosmarino riossigena i tessuti

Quando sei sotto la doccia utilizza, per strofinarti, un guanto di crine con un poco di bagnoschiuma neutro e tre gocce di olio essenziale di rosmarino (è tonificante). Massaggia le gambe, dal basso verso l’alto, passa poi il guanto sui glutei, sulla pancia in senso orario e con più delicatezza e poi massaggia le braccia, andando dai polsi alle spalle.

 Lo yogurt greco per eliminare i grassi

Aggiungi alla tua colazione (fatta a casa o al bar) un vasetto da 125 g di yogurt greco: è più proteico e saziante di quello normale. Il corpo al mattino, produce più enzima lipasi, proprio quello che serve per metabolizzare i grassi presenti nello yogurt che, assunti ora, daranno al cervello un segnale positivo di abbondanza che spingerà il corpo a smaltire i chili.

Gli esercizi tonificanti

Se in ufficio ci vai in auto, al semaforo rosso, afferra il volante, raddrizza le braccia e premi dall’esterno verso il centro del volante, per 20 secondi. Ripeti fino allo scattare del verde: tonifichi i pettorali. Se usi i mezzi, seduta in tram o in metropolitana, avvicina tra loro le gambe, premendole l’una contro l’altra e mantenendo i muscoli contratti per cicli di 10 secondi: tonifichi l’interno coscia.

Così tieni a bada la fame e lo stress

Alle 11 adrenalina e cortisolo salgono: ti è utile per concentrarti ma è anche il momento in cui è più facile essere assaliti dalla fame . L’ideale è mangiare dei semi oleosi e aromatici. Prepara un mix con semi di zucca e semi di finocchio: ne basteranno due cucchiaini. Prima di mangiarli fai 5 respiri profondi con l’addome: anche questo ti aiuterà a tenere a bada lo stress e a gustare il tuo snack.

Riduce l’assorbimento dei carboidrati

Aspetti la pausa pranzo con fame crescente? Alle 12/12.30 è il momento in cui puoi prendere una capsula di konjac. Si tratta di una radice ricca di fibre che riduce l’appetito e ti consente di “accontentarti” di un pranzo bilanciato. La trovi in capsule da assumere con due bei bicchieri d’acqua; così il konjac si gonfierà riempiendo lo stomaco e riducendo anche l’assimilazione di grassi e zuccheri. Pranza poi come di consueto, mangiando sempre una porzione di pasta, riso o pane; i carboidrati che apportano adesso non ti ingrassano, perché saranno bruciati per affrontare gli impegni della seconda metà della giornata.

Mangia una o due fettine di ananas

Se ti capita di avvertire gonfiore dopo i pasti, mangia una o due fettine di ananas (al supermercato ci sono quelle già tagliate che puoi portare anche in ufficio). È uno dei pochi frutti che mangiati dopo i pasti non crea fermentazioni, ma anzi contrasta il gonfiore perché facilita la digestione, in particolare delle proteine.

Snellisci il punto vita alla scrivania

Anche seduta alla scrivania puoi fare qualche esercizio utile per la tua linea, ad esempio per snellire il girovita, allungare la schiena e migliorare la postura, cosa che ti darà un aspetto più snello. Incrocia tra loro le dita delle mani, distendile davanti a te e poi solleva le braccia verso l’alto, rivolgendo i palmi al soffitto. Distendi bene la colonna e inclinati prima a destra, poi a sinistra (fai 4 ripetizioni, per 5 volte). Altro momento di pausa, altro esercizio; stacca il busto dallo schienale, metti le mani ai fianchi e i piedi ben appoggiati a terra; ruota il busto a destra e a sinistra; fai 10 ripetizioni.

Spuntino e… profumo di limone

La giornata è ormai a buon punto e la stanchezza potrebbe farsi sentire, sotto forma di voglia di dolci, È il cervello che chiede zuccheri per far fronte alla fatica, Puoi consumare un frutto con due o tre mandorle, ma soprattutto puoi annusare l’aroma dell’olio essenziale di limone, Ottenuto dalle scorze, quest’olio è un tonico del sistema nervoso e risveglia le energie, Lasciane cadere una o due gocce su un fazzoletto, da annusare in modo discreto, La stimolazione olfattiva è un ottimo modo per ritornare a se stessi, recuperando attenzione e consapevolezza mentre ci si sente in balia delle cose da fare.

Preferisci lezioni di pilates o yoga

Attività rilassanti come yoga e pilates possono essere praticate con maggior efficacia dopo l’ufficio, I muscoli sono ancora tonici, grazie alla produzione di testosterone che ha il suo picco tra le 16 e le 18, la flessibilità articolare è maggiore e in più queste pratiche ti consentono di “staccare”: per questo sono un efficace antidoto alla fame compensativa che si accende dopo il lavoro.

Cena a basso indice glicemico

Cerca di cenare almeno entro le ore 20: è questa l’ora in cui il corpo comincia a produrre melatonina, l’ormone del riposo che ti farebbe accumulare di più, Fai una cena leggera, che non superi il 30% delle calorie giornaliere, e senza zuccheri semplici, Scegli carboidrati a basso indice glicemico, come quinoa e amaranto, proteine e verdure ma evita la frutta e il dessert.

Bevi un infuso di passiflora

Se alla sera ti viene voglia di dolce, puoi calmare questo desiderio con una tisana a base di passiflora, Puoi trovare la passiflora in bustine (talvolta associata ad altre erbe rilassanti, o la puoi acquistare in erboristeria: metti un cucchiaino di sommità in una tazza d’acqua calda, lascia in infusione 10 minuti, filtra e bevi dolcificando, se vuoi, con della stevia.