I tifosi interisti non si aspettavano un inizio campionato così deludente, né tanto meno poteva immaginarlo la squadra e la società. Tutti si aspettavano, dunque, un avvio del tutto differente, dopo un mercato di rafforzamento piuttosto importante che ha visto l’acquisto di nuovi 7 calciatori. Purtroppo però la realtà è differente e dopo il KO avvenuto in esordio con il Sassuolo, l’Inter stecca ancora una volta in casa contro il Torino. La partita è finita con un conteggio improntato sul 2 a 2, un pari che però non sembra essere andato giù soprattutto ai tifosi, che al termine della partita hanno fischiato pesantemente la squadra. “No scuse, no parole… testa bassa e vincere!”, è questo quanto scritto dalla curva nord in uno striscione affisso prima dell’inizio della partita contro il Torino di Mazzarri confermando quindi l’apprezzamento per il lavoro della società, ovvero per il fatto che siano state mantenute le promesse e anche rispettate le richieste, nonostante purtroppo i risultati ancora non si vedano.

L’Inter ha così steccato al debutto a San Siro dopo il KO registrato contro il Sassuolo. Dopo un primo tempo Niente male, in cui la squadra nerazzurra era andata in vantaggio per due reti a zero, nel secondo tempo invece si è assistito ad una clamorosa rimonta da parte del Torino che ha anche rischiato alla fine di vincere la partita. D’Ambrosio è stato preferito a Miranda, proprio per la capacità di poter scivolare sulla fascia e trasformare anche in base alle esigenze la difesa da 3 a 4.

Una novità importante è stata quella riguardante la posizione di Perisic che ha giocato in coppia con Politano alle spalle di Icardi. Alla fine della partita, l’Inter mentalmente è stata messa alle corde e Spalletti ha tentato il tutto per tutto inserendo Keita per Vrsaljko, ma ad averne la meglio è stato soltanto il Toro andato in pareggio con Belotti e Iago. Al termine della partita, Luciano Spalletti è arrivato nella sala stampa della dello stadio di San Siro per poter commentare anche in conferenza stampa il pareggio maturato contro il Torino.

Alla domanda ” cosa è accaduto nel secondo tempo”,  il tecnico risponde in questo modo: “Probabilmente l’abbiamo fatta sembrare facile a fine primo tempo, invece nel secondo tempo abbiamo perso qualche duello di troppo. E poi c’è stata quella lettura sul gol che ha creato delle difficoltà sul risultato e a livello di testa. Infatti siamo rimasti dietro senza riuscire a ripartire almeno fino al 2-2, dentro quel comportamento approssimativo che ha dato vantaggio al Torino”. Il pareggio non è proprio andato giù neanche a Luciano Spalletti il quale ha annullato il giorno di riposo previsto proprio per la giornata di oggi e così la squadra si ritroverà ad Appiano Gentile, per poter iniziare ad allenarsi per la sfida in programma il prossimo sabato alle ore 18:00 a Bologna.