Se il tuo sogno è quello di aprire una libreria, forse questa potrebbe essere l’occasione giusta. Sembra che la legge di bilancio abbia introdotto uno specifico bonus fiscale che permetterebbe di risparmiare non soltanto sulle tasse, sulle imposte ma di finanziare anche una parte delle spese dedicate all’affitto oppure al mutuo, ovviamente per l’apertura di una libreria. Il bonus sarebbe erogato sotto forma di credito di imposta e si pone come un aiuto piuttosto concreto per coloro che vogliono aprire un’attività, che sia una libreria oppure è rivolta a chi è già titolare di attività commerciale, che opera nel settore della vendita al dettaglio dei libri.

L’agevolazione nello specifico, sarebbe riconosciuta in relazione al pagamento della Tasi dell’ IMU e della Tari, sui contributi versati per i propri dipendenti, ma anche sul canone pagato per poter affittare oppure acquistare il locale della libreria ed ha anche un altro obiettivo ovvero aiutare economicamente le librerie dei piccoli centri. L’importo del bonus ammonterebbe ad un massimo di € 20.000 per le librerie indipendenti invece è pari a 10.000 qualora ci siano altri esercenti.

Il credito di imposta altro non è che un parametrato sul fatturato dell’esercizio precedente e  riguarderebbe le imposte le spese contributi che sono stati sostenuti nell’anno precedente. Sarà pari al 100% per ognuna delle voci di costo ammessi all’incentivo per coloro che hanno fatturato fino a €300.000 annui, mentre scenderà in modo progressivo nel caso in cui gli incassi siano maggiori.  Per poter richiedere il bonus bisognerà presentare la domanda esclusivamente in modalità telematica, entro il 30 settembre dell’anno al mibact.  Qualora venga riconosciuto il credito di imposta, si potrà utilizzare per il pagamento delle imposte attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Per chi non lo sapesse, il credito di imposta è parametrato sull’intero foto dell’esercizio precedente e riguarderebbe in misura diversa le imposte, le spese contributi sostenuti nell’anno precedente.

Va anche detto che l’importo sarà pari al 100% per ognuna delle voci di costo riguardo l’incentivo per coloro che ha fatturato fino a € 300.000 annui mentre scenderà, come già detto, nel caso di incassi maggiori. Questo credito d’imposta potrà essere utilizzato per il pagamento delle imposte, utilizzando semplicemente i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Come abbiamo già specificato, il bonus librerie potrà essere erogato  qualora venga presentata la domanda in modalità telematica entro il 30 settembre di ciascun anno e questo credito d’imposta sarà utilizzato per il pagamento delle imposte, utilizzando tutti i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Grazie a questa novità, introdotta dunque dalla legge di bilancio 2018  tanti giovani e anche meno giovani, potranno finalmente avverare il sogno di aprire una libreria.