È stato lanciato un nuovo allarme riguardo le sigarette elettroniche, le quali pare abbiano un ruolo determinante nel raddoppiare il rischio di infarto. Nello specifico un nuovo studio pare che abbia dimostrato come un uso quotidiano delle sigarette elettroniche possa raddoppiare il rischio di infarto. In realtà lo stesso rischio sarebbe causato dall’utilizzo delle sigarette non soltanto elettroniche, ma anche combustibili. È questo il risultato al quale si è Giunti grazie ad uno studio che è stato condotto dai ricercatori della University of California San Francisco per circa 70000 persone. Questo studio è stato pubblicato poi sull’ American Journal of preventive medicine, dimostrando che l’utilizzo doppio delle sigarette elettroniche combustibili, sembrerebbe essere più pericoloso riguardo all’uso del singolo dei prodotti. Il rischio di infarto aumenterebbe 5 volte rispetto alle persone che non utilizzano nessuno di questi due prodotti. S tratta di uno studio molto importante che per la prima volta va ad esaminare la relazione esistente tra l’utilizzo delle sigarette elettroniche ed il rischio di infarto.

La maggior parte degli adulti che utilizza sigarette elettroniche continua a fumare sigarette. Mentre le persone credono di ridurre i rischi per la loro salute, noi abbiamo scoperto che il rischio di infarto delle sigarette elettroniche si aggiunge al rischio delle sigarette combustibili. L’utilizzo di entrambi i prodotti allo stesso tempo è peggio del loro utilizzo separato. Chi continua a fumare ogni giorno mentre utilizza le sigarette elettroniche quotidianamente aumenta le probabilità di infarto di un fattore di 5”, è questo quanto dichiarato da Stanton Glantz, un professore di medicina nonché autore dello studio.

Dallo studio è emerso ancora che le possibilità di avere un infarto sono più o meno le stesse per coloro che continuano a fumare le sigarette ogni giorno per coloro che sono portati all’utilizzo quotidiano delle sigarette elettroniche. Tuttavia, i ricercatori hanno anche dato delle buone notizie ovvero nel caso in cui si smetta di fumare, il rischio di fatto inizia a diminuire. “I nostri risultati suggeriscono che la stessa cosa vale quando si smette di usare le sigarette elettroniche”, ha aggiunto Glantz. In genere le sigarette elettroniche sono utilizzate da coloro che aspettano di smettere di fumare, ottenendo dei danni non indifferenti per la propria salute.

Recenti studi hanno smentito l’idea che questi dispositivi possano essere meno dannosi delle sigarette tradizionali e la ricerca di cui abbiamo appena parlato, ha sicuramente evidenziato come l’utilizzo di sigarette elettroniche giornaliero, possa aumentare il rischio di infarto e di problemi cardiaci. Nonostante le sigarette elettroniche rilascino livelli inferiori di sostanze cancerogene rispetto alle sigarette tradizionali, rilasciano Comunque anche delle particelle ultrasottili e tutta una serie di altre tossine che fanno state collegate a maggiori rischi cardiovascolari ed anche alle malattie ai polmoni non tumorali.