CLASSIFICA ATTUALE

PARTECIPANTE PUNTI
Alessandro Bonazza 32
Fabio (amico Privitera) 32
Igor Campotaro 32
Fabio Mutti 30
Alessandro Di Lella 30
Lorenzo Migliorati 29
Leonardo Frenquelli 28
Valerio Annino 27
Virgilio Fenaroli 27
Alessandro De Felice 26
Valentino Privitera 25
Paolo Santarelli 25
Matteo Viscardi 23
Nick Wyatt 23
Nicolo Vallone 22
Gabriele De Luca 19
Giovanni Ferrari 19
Marcello Belometti 19
Alessandro Stuppia 15
Giovanni Di Renzo 14
Giuseppe Platania 13
Vincenzo Lacerenza 9
Ugo D’Andrea 9
Raffaele Di Buono 8
Vincenzo Lacerenza 8
Dario Pergolizzi 7
Carlo Massa Saluzzo 7
Paolo Maioli 5
PARTITE QUARTA GIORNATA

Leicester – Chelsea
(1x/2; goal/no goal; goal Diego Costa si/no; rigore si/no)

Siviglia – Real Madrid
(1x/2 pt; 1x/2 st; Siviglia ov/und 1.5; goal CR7 si/no)

Manchester United – Liverpool
(goal Ibrahimovic si/no; 1/x2; goal/no goal; ov/und 3.5)

Marsiglia – Monaco
(1/x2 pt; Monaco ov/und 2.5; cartellini gialli 6-/7+; goal Falcao si/no)

Rennes – PSG
(goal Cavani si/no; 1x/2; goal/no goal; ov/und 3.5)

Everton – Manchester City
(1x/2 st; cartellino rosso si/no; M.City ov/und 1.5; Everton ov/und 1.5)

Deportivo – Villarreal
(Pato goal si/no; ov/und 2.5; Deportivo goal/no goal pt; goal Andone si/no)

RECENSIONE QUARTO LIBRO URBONE PUBLISHING

La contabilità dell’anima, di Luigi Guelpa
Dietro il titolo del romanzo ‘La contabilità dell’anima’ vi è una storia fatta di passioni, di colpe da espiare, di viaggi e ripartenze, di nuovi (e vecchi) incontri e di addii definitivi. C’è il calcio che ruota attorno ai protagonisti di questo libro di Luigi Guelpa, ma soprattutto c’è l’Africa nera, che si porta dietro tutta la sua umanità struggente, i suoi problemi e i suoi contrasti. Edo Marangoni, giornalista sull’orlo del fallimento umano e professionale, e Mark Fabbrini, ex-calciatore di successo finito nell’oblio delle memorie a causa di un suo coinvolgimento in una brutta vicenda di calcioscommesse, decidono di ripartire da un minuscolo stato africano, il Tangara, per tentare una improbabile impresa sportiva: qualificare la nazionale di questo paese, per altro sull’orlo di un colpo di stato, ai Mondiali di Russia 2018. Fabbrini accetta l’incarico di CT ad una sola condizione: che Marangoni lo seguisse in questa paradossale avventura. I due, così, partono per l’Africa, che sarà il comune denominatore di una rinascita esistenziale, di una ritrovata passione per la vita e di un percorso comune di redenzione dal proprio passato funesto. Ad arricchire questo gioiello di libro ci sono le storie reali del calcio africano e dei suoi personaggi, che Guelpa ci racconta, tramite la penna di Marangoni, in vari capitoletti sparsi per il libro: scopriamo così che fine ha fatto Ephrem M’Bom, che nel 1982, in Spagna, marcò con la maglia del Camerun niente meno che Paolo Rossi; oppure il nigeriano Amuneke, che fu quasi il giustiziere dell’Italia di Sacchi nel Mondiale del ’94; o, ancora, la struggente storia di Baba Lobilo, difensore dello Zaire negli storici Mondiali del ’74 che, al giorno d’oggi, fa il guerrigliero per difendere il proprio paese, perché «l’Africa è amore e dolore al tempo stesso». Un romanzo ricco di colorate sfumature, che ci mostra l’Africa in tutta la sua nudità, così come l’ha vista e vissuta Luigi Guelpa (giornalista professionista, vincitore del premio Bancarella nel 2010) nei suoi numerosi viaggi in Maghreb, Africa Nera e Medioriente.

toto-cen-1



As featured on NewsNow: Calcio news