Barcellona voto 7

Ottima prova degli uomini di Luis Enrique che battono il Granada 4-1 al Nuevo los Carmenes e tornano nuovamente a -2 dal Real Madrid capolista. Nonostante l’assenza di Messi, i Blaugrana dominano in lungo e largo trascinati da un grande Suarez; il centravanti Uruguaiano sigla il vantaggio con un bel pallonetto e fornisce un assist al bacio per il neoentrato Alcacer che trova la rete del momentaneo 1-2. La leadership, il carattere e la personalità mostrati anche oggi dal numero 9 Blaugrana rappresentano una delle armi migliori per la rimonta sul Real e non solo. Ottima anche la prova di Neymar che realizza la 100a rete in 177 partite con la maglia del Barcellona.

Real Madrid voto 6,5

Nonostante le assenze di Sergio Ramos, Casemiro e Marcelo, il Real Madrid passa anche l’esame Alaves trascinato da Benzema ed Isco. Il 3-0 finale non rispecchia l’andamento di una partita che ha visto gli ospiti giocarsela alla pari per 85 minuti e soccombere solo negli ultimi istanti. Fondamentale la bellissima rete di Karim Benzema che sblocca il risultato nel momento più difficile delle Merengues; il centravanti Francese sta attraversando probabilmente il miglior momento degli ultimi due anni, stimolato anche dai recenti fischi del Bernabeu che gli preferirebbe il canterano Morata. Modric e Ronaldo sottotono

Siviglia e Real Sociedad voto 4,5

Abbiamo riempito di elogi per tutta la stagione Andalusi e Baschi, ma adesso non sanno più vincere. La squadra di Sampaoli pareggia in casa 0-0 contro lo Sporting Gijon e prolunga a 4 la striscia di partite senza vittorie. Nasri e compagni sembrano aver finito la benzina, faticano a costruire come in passato e dopo tanto tempo sono costretti a guardare l’Atletico Madrid dal basso verso l’alto ( scontri diretti favorevoli ai Colchoneros )

Molto male anche la Real Sociedad che dopo il derby Basco perso in casa tre settimane fa, sembra aver perso quelle certezze necessarie per lottare con Atletico e Siviglia. Con la zona Champions lontana ormai 9 punti, gli uomini di Sacristan dovranno guardarsi le spalle da Villarreal, Athletic, Espanyol ed Eibar. Nella partita di sabato pareggiata 1-1 contro il Leganes, i bianco-blu possono recriminare per le numerose assenze ma allo stesso tempo devono preoccuparsi per un gioco e per un carattere che nelle ultime settimane stentano a decollare. Molto bene il solito Yuri, peggiori in campo Xabi Prieto ed il rientrante William Josè

Eibar voto 9

Altro capolavoro della piccola squadra Basca che batte 2-3 il Villarreal all’Estadio della Ceramica e sogna l’Europa. La squadra di Mendilibar si conferma si solida, rapida nelle ripartenze, capace di giocare un ottimo calcio nello stretto e soprattutto pericolosa su ogni campo. Pedro Leon, Inui e Kike Garcia si muovono benissimo in profondità e creano grossi grattacapi alla difesa del sottomarino. Il centravanti n 19 ex Middlesbrough gioca la sua miglior partita da quando ha fatto ritorno in Spagna; lotta, si batte su tutto il fronte offensivo, gioca per la squadra e trova anche la gioia personale con una bella zampata sul primo palo. Con la vittoria di ieri l’Eibar accorcia a -4 sul sesto posto che vale l’Europa, difeso proprio dal Villarreal di Escriba. Il sogno è diventato un vero e proprio obiettivo



As featured on NewsNow: Calcio news