Primo quarto di finale di Coppa d’Asia in archivio, la Corea del Sud avanza alle semifinali della competizioni dopo aver battuto dopo i tempi supplementari la favola Uzbekistan, i quali sogni di gloria vanno in frantumi.

Primo tempo abbastanza equilibrato con la Corea che mantiene maggiormente il possesso palla, così come nel secondo tempo, ma l’organizzazione difensiva dell’Uzbekistan fa in modo che i coreani non trovino il goal. Nei 15 minuti finali l’Uzbekistan ci crede maggiormente e sempre su azione di contropiede mette in difficoltà gli avversari in parecchie occasioni, non trovando però il goal; tutto ciò porta ai tempi supplementari.

La Corea del Sud entra nell’extra time con un piglio diverso rispetto ai tempi regolamentari e comincia a dominare e a macinare gioco: dopo qualche azione pericolosa, al termine del primo extra time, al 104′, i coreani trovano il goal che taglia le gambe agli uzbeki e che spezza gli equilibri del match. E’ Son Heung-Min, ala sinistra coreana di proprietà del Bayer Leverkusen, a sbloccare la partita di testa da due passi dalla porta; rivedibile l’intervento del portiere uzbeko Nesterov che smanaccia goffamente non riuscendo a respingere. L’Uzbekistan deve reagire e comincia ad attaccare, così facendo però viene dato spazio alle ripartenze coreane, che al 119′ chiudono definitivamente l’incontro: è ancora Son Heung-Min che dopo una grande ripartenza trova il 2-0 e la doppietta personale.

La Corea del Sud sarà la prima semifinalista e adesso aspetta il suo avversario che uscirà dal match Iran-Iraq che si giocherà domani, l’Uzbekistan saluta la competizione uscendo a testa altissima.



As featured on NewsNow: Calcio news