Copa Libertadores: ecco i primi due turni

Senza categoria 11 febbraio 2017 Lorenzo Lazzarotto


PRIMO TURNO – Il primo turno non ha riservato grosse sorprese. La finalista della scorsa edizione, l’IDV, ha eliminato il Deportivo Municipal anche se solo all’ultimo secondo con un gol di Cortez, uno dei migliori talenti ecuadoriani classe ’95. Il Montevideo Wanderers, dopo la sconfitta di misura dell’andata in Bolivia, ha vintoe la gara di ritorno per 5 a 2 contro l’Universitario Sucre. Il Deportivo Capiatà, all’esordio in Copa, con la vittoria fuori casa per 1 a 0 ha eliminato i venezuelani del Deportivo Tachira.

SECONDO TURNO – Il secondo turno ha raccontato storie ed emozioni degne di un film di Alfred Hitchcock. La vicenda dell’Atletico Tucuman, di cui si è parlato molto, ha preso la scena sul resto. Dopo varie peripezie, tra problemi con l’aereo, con i bagagli, e vari ritardi, la gara di ritorno tra El Nacional e l’Atletico Tucuman è iniziata con un’ora di ritardo, e con i giocatori argentini costretti a scendere in campo con le magliette della nazionale under 20, che sta giocando il sub 20 proprio in Ecuador. Dopo questa giornata paradossale la squadra di Lavallen è comunque riuscita ad espugnare l’Olimpico di Quito per 1 a 0, in una partita storica per il contorno e per il risultato dopo che l’andata era finita 2 a 2.

Le emozioni e i gol splendidi da raccontare iniziano da Montevideo, in una gara equilibrata e combattuta tra Cerro e Union Espanola, al 90′ la partita è ferma sul 2 a 2, fino a quando Jaime sfruttando la palla persa in uscita degli avversari trova la palla ai 20 metri e fa partire un pallonetto imparabile che si insacca sotto la traversa per il 3 a 2 finale. La gara di ritorno finisce 2 a 0 per i cileni che passano agevolmente il turno. Un altro gol meraviglioso è quello di Aponza dell’Atletico Junior: un’azione personale conclusa con un tiro da 25 metri sotto l’incrocio. Grazie a questo gol i colombiani vincono in trasferta 1 a 0 contro il Carabobo, squadra venezuelana. il ritorno è pura accademia e finisce 3 a 0 per la squadra di Baranquilla. La gara di cartello di questo turno vedeva contro Botafogo e Colo Colo. In campo tanti giocatori esperti e di qualità, da Camilo, trequartista 30enne brasiliano che ultimamente ha anche esordito in nazionale, a Esteban Paredes, centravanti cileno 36enne, goleador fenomenale. L’andata in Brasile finisce 2 a 1, con il centravanti cileno grande protagonista con un gol e un autogol. Il ritorno al Monumental inizia con un autogol del Botafogo da palla inattiva, dopo soli 3′. Ma il gol che chiude i conti non arriva, e all’80’ Rodrigo Pimpao trova il gol qualificazione per i brasiliani. Finisce 1 a 1 e passa la squadra di Rio. In campo c’era un’altra squadra brasiliana, l’Atletico Parananense, contro una squadra storica come i Millonarios colombiani. All’andata il bomber Grafite decide la gara su calcio di rigore, il ritorno in Colombia finisce 1 a 0, con un bel gol di Duque, che fa uno stop e tiro dall’interno dell’area che dimostra la sua grande qualità tecnica. I rigori decidono chi passa al turno successivo, e la lotteria dal dischetto premia la squadra di Paranà. I Montevideo Wanderers restano in Bolivia anche per il secondo turno, ma contro trovano un The Strongest irresistibile, che all’andata espugna il Parque Viera per 2 a 0, e nel ritorno in casa addirittura firma un 4 a 0 netto con un gol magnifico di Chumachero, in acrobazia al volo sotto l’incrocio opposto. Le ultime due gare sono storie di rimonte, la prima racconta la sfida tra Olimpia Asuncion e IDV. Gli ecuadoriani vincono l’andata per 1 a 0, e al ritorno invece l’Olimpia va subito in vantaggio per 2 a 0, ma il solito Cortez riesce ad accorciare le distanza prima della fine del primo tempo. La gara resta in equilibrio fino all’80’, quando una vecchia conoscenza del calcio europeo, Roque Santa Cruz, con un’incornata delle sue, trova il gol del 3 a 1 per la squadra di Asuncion e trascina i paraguaiani all’ultimo turno preliminare. L’ultima sfida invece lascia proprio quel senso epico che si ha dopo aver visto rimonte impossibili. Quella tra Universitario De Deportes e Deportivo Capiata rimarrà negli annali. L’andata che si svolge in Paraguay vede i peruviani dominare la gara e portare a casa un 3 a 1 che dovrebbe lasciarli dormire tranquilli. Invece nel ritorno in Perù accade qualcosa di magico, e la squadra di Diego Gavilàn va subito in vantaggio per 2 a 0 con la doppietta del centravanti Gamarra, e il 3 a 0 finale lo firma Dionisio Perez, attaccante gira-Paraguay alla terza avventura al Deportivo.

PROSSIMO TURNO – L’ultimo turno preliminare proporrà 4 gare: Atletico PR- Deportivo Capiata; Botafogo-Olimpia Asuncion; Union Espanola-The Strongest; Atletico Junior-Atletico Tucuman.



As featured on NewsNow: Calcio news