Prima la commozione cerebrale, la prognosi e la delusione, poi il (meritato) rinnovo di contratto. La settimana di Christophe Lepoint è stata di quelle movimentate, piene di emozioni anche molto diverse tra loro. Tutto è iniziato nel match tra il suo Zulte e il Kortrijk: uno scontro di gioco, e il classe ’84 è costretto a uscire in barella. Successivamente, ulteriori esami evidenziano una commozione cerebrale e un trauma cranico, che lo terranno fuori dai campi di gioco per un periodo che va dalle 4 alle 6 settimane. In un momento così difficile, bellissimo il gesto del suo club, attualmente al comando della Jupiler League: il rinnovo di contratto per un’altro anno, visto che Lepoint sarebbe andato in scadenza alla fine di questa stagione. “Ringrazio tutti i tifosi per il supporto e i tanti messaggi”, ha commentato il centrocampista, “e soprattutto la società per la vicinanza e il riconoscimento che mi hanno dimostrato. Tornerò più forte di prima”.