Il prossimo 17 giugno si alzerà il sipario sulla decima edizione della Confederations Cup. Il paese ospitante sarà la Russia dove il prossimo anno verranno disputati anche i Mondiali. Alla competizione, nata nel 1997, parteciperanno 8 Nazionali, raggruppate in 2 gironi. Le prime due di ogni girone si affronteranno in semifinale;  le due squadre perdenti disputeranno la finalina per il terzo posto, le vincenti la finale vera e propria. Il girone A è composto da Russia, Nuova Zelanda, Portogallo e Messico. Nel raggruppamento B troviamo invece Germania, Australia, Cile e Camerun. Le partite si giocheranno a Kazan, Soci, Mosca e San Pietroburgo.

 

RUSSIA

La nazionale Russa è stata la prima squadra ad avere la certezza di disputare la Confederations Cup; quando il 2 dicembre 2010 a Zurigo la FIFA ha premiato la sua candidatura, la Russia ha automaticamente guadagnato il pass  per questa competizione e per il Mondiale, in quanto paese ospitante.

(PRE) CONVOCATI:

Portieri:Akinfeev, Belenov, Lunyov, Guilerme

Difensori: Vasin, Dzhikiya, Kutepov, Kudryashov, Neustädter, Semyonov, Shiskhin, Kambolov

Centrocampisti: Glushakov, Samedov, Zobnin, Kombarov, Golovin, Dzagoev, Fernandes, Yerokhin, Zhirkov, Smolnikov, Miranchuk, Tarasov, Gazinski

Attaccanti: Smolov, Dzyuba, Poloz, Kanunnikov, Bukharov

Da questa lista di 30 calciatori, il c.t. Čerčesov dovrrà tagliarne ben 7, diramando l’elenco definitivo dei 23 calciatori nelle prossime ore. Presenti diversi giocatori dello Spatak Mosca, protagonista di un grande campionato che ha portato la squadra a riconquistare il titolo dopo 15 anni di digiuno.

ASPETTATIVE:

 Nel test amichevole disputato ieri sera contro l’Ungheria, e vinto per 3-0, il tecnico ha schierato i suoi con un  3-5-2, pronto a trasformarsi in fase di non possesso palla in un 5-3-2 grazie al prezioso lavoro dei due esterni Zhirkov e Samedov. La nazionale russa ha mostrato una buona condizione fisica ed una precisa idea di gioco; la prossima amichevole sarà quella di venerdì prossimo contro il Cile. Molto probabilmente la Russia lotterà fino all’ultima giornata con il Messico per cercare di conquistare il secondo posto (e dunque la semifinale) alle spalle del Portogallo favorito. La Confederations Cup sarà in ogni caso un importante banco di prova per una squadra da cui ci si aspetta grandi cose nel prossimo Mondiale.

NUOVA ZELANDA

La Nuova Zelanda ha guadagnato il pass per la Confederations Cup l’11 giugno dello scorso anno, quando si aggiudicò ai calci di rigore la “Coppa delle nazioni oceaniane”, battendo in finale la Papua Nuova Guinea. L’ultima apparizione in questa competizione degli “All Whites”, guidati dal c.t. inglese Antony Hudson, risale al 2009.

CONVOCATI:

Portieri: Marinovic, Moss, Williams

Difensori: Wynne, Tzimopoulos, Boxall, Ingham, Brotherton, Doyle, Colvey, Smith, Durante

Centrocampisti: Tuiloma, McGlinchey, Rojas, Rufer, Thomas, Lewis, Dyer

Attaccanti: Ingham, Smeltz, Wood

ASPETTATIVE:

La Nuova Zelanda, attualmente prima nel suo girone di qualificazione ai prossimi Mondiali, ha disputato un’importante amichevole lo scorso due giugno contro l’Irlanda del Nord, venendo sconfitta di misura per 1-0. Sarà quasi impossibile ottenere l’accesso alle semifinali, dunque la competizione servirà soprattutto a verificare se il gap nei confronti delle nazionali di fascia media si stia effettivamente riducendo oppure no.

 

PORTOGALLO

La nazionale portoghese prenderà parte alla Confederations Cup in quanto vincitrice dell’Europeo giocato in Francia lo scorso anno.

CONVOCATI:

Portieri: Rui Patricio, Beto, Sá

Difensori: Cédric, Eliseu, Neto, Raphael Guerreiro, Fonte, Pepe, Bruno Alves

Centrocampisti: Adrien Silva, Danilo Pereira, Joao Moutinho, Joao Mario, Andrè Gomes, William Carvalho, Pizzi

Attaccanti: Cristiano Ronaldo, Quaresma, Nani, Gelson Martins, André Silva, Bernardo Silva

 

ASPETTATIVE:

CR7 e soci puntano ad arrivare in fondo alla competizione ed hanno tutte le carte in regola per riuscirci. La competizione servirà inoltre per cercare di arrivare nel migliore dei modi all’importante appuntamento del Mondiale del prossimo anno: al momento la selezione allenata da Fernando Santos è al secondo posto nel suo girone di qualificazione, a -3 dalla Svizzera, ma con cinque partite ancora da giocare e da vincere per chiudere al primo posto. Il Portogallo sabato scorso ha giocato un’amichevole contro Cipro, schierando molte seconde linee vista l’assenza di tanti calciatori, tra cui lo stesso Ronaldo impegnato nella finale di Champions League. Nel 4-0 finale hanno brillato soprattutto Joao Moutinho (autore di una doppietta), Pizzi ed André Silva. Venerdì prossimo importante match di qualificazione al Mondiale in casa della Lettonia, poi la partenza per la Russia e l’esordio il 18 giugno contro il Messico.

MESSICO

La selezione messicana ha guadagnato il pass per la Confederations Cup dopo essersi aggiudicato, nell’ottobre del 2015, lo spareggio contro gli Stati Uniti per 3-2 solo ai tempi supplementari. La nazionale a stelle e strisce si era aggiudicata l’edizione 2013 della “CONCACAF Gold Cup”, il Messico quella del 2015.

(PRE)CONVOCATI:

Portieri: Ochoa, Corona, Talavera

Difensori: Marquez, Moreno, Layun, Reyes, Araujo, Alanis, Salcedo, Lopez, Ricardo Reyes

Centrocampisti: Guardado, Herrera, Aquino, Fabian, Molina, dos Santos, Duenas, Hernandez, Lozano, Damm, Pineda, Gallardo, J. Hernandez, Gutierrez

Attaccanti:  Giovani dos Santos, Javier Hernandez, Peralta, Vela, Jimenez, J. Corona

Come per la Russia, e per quasi tutte le altre squadre, anche il c.t. Osorio dovrà operare dei tagli e comunicare la lista definitiva dei 23 calciatori che prenderanno parte alla competizione.

ASPETTATIVE:

Nell’amichevole giocata venerdì scorso contro l’Irlanda, “El Tricolor” si è imposto con un convincente 3-1. Prima del match contro il Portogallo del 19 giugno il Messico affronterà in pochi giorni prima l’Honduras e poi gli Stato Uniti in due gare valevoli per le qualificazioni al prossimo Mondiale; nel girone di qualificazione il Messico è in testa al proprio girone con 10 punti conquistati nelle prime 4 gare. Salvo sorprese saranno Messico e Russia a giocarsi il secondo posto nel girone, alle spalle del Portogallo favorito. Una particolare curiosità riguarda il Messico: è infatti l’unica tra le 8 che prenderanno parte alla competizione ad aver già vinto la Confederation Cup (nel 1999, proprio in Messico, sconfiggendo 4-3 in finale il Brasile).

 

GERMANIA

La Germania -Campione del Mondo in carica- che affronterà la prossima Confederations Cup sarà una squadra molto sperimentale, come dichiarato dallo stesso allenatore Low. Tante le assenze illustri: da Neuer a Boateng, da Hummels a Gotze fino a Muller.

CONVOCATI:

Portieri: Leno, Ter-Stegen, Trapp

Difensori: Ginter, Hector, Henrichs, Kimmich, Mustafi, Plattenhardt, Rudiger, Sule

Centrocampisti: Goretzka, Rudy, Draxler, Brandt, Can, Demirbay, Demme

Attaccanti: Sanè, Stindl, Wagner, Werner, Younes.

Non c’è da sorprendersi per queste convocazioni: il c.t. tedesco sa bene che i 3/4 della spedizione che prenderà parte ai prossimi Mondiali sono già decisi ed è dunque intenzionato a sfruttare questa prestigiosa competizione per scegliere in maniera corretta gli ultimi elementi che faranno parte dell’elenco definitivo dei convocati.

 

ASPETTATIVE:

Nonostante i tanti big lasciati a casa, la Germania anche alla vigilia di questa competizione resta la squadra favorita per la vittoria finale. Il collaudato sistema di gioco dei tedeschi, come dimostrato ampiamente già in più di un’occasione, risulta essere di un’altissima efficacia pur cambiando negli interpreti.

CAMERUN

Grazie alla vittoria della Coppa d’Africa nel gennaio scorso, il Camerun è pronto a disputare la terza Confederations Cup della sua storia. Nel 2003, durante l’edizione svoltasi in Francia, il Camerun di Eto’o, Geremi e N’Diefi arrivò in finale, arrendendosi soltanto ad un goal di Henry al 100esimo minuto dei supplementari.

(PRE)CONVOCAZIONI:

Portieri: Ondoa, Goda, Onana, Bokwe

Difensori: Oyongo, Ngadeu-Ngajui, Djetei, Teikeu, Fai, Ngwem, Guihoata, Owona, Castelletto

Centrocampisti: Moukandjo, Mandjeck, Salli, Siani, Djoum, Boya, Anguissa, Boumal

Attaccanti: Aboubakar, Zona, Ekambi, Bassogog, Tambe, Ngamaleu, Nsamé, O. Boumal

 

ASPETTATIVE:

Il Camerun arriva a quest’importante appuntamento galvanizzato dal successo in Coppa d’Africa e pronto a lottare per cercare di raggiungere le semifinali in un girone davvero tosto. La presenza al prossimo Mondiale è inoltre a rischio: nel girone di qualificazione la squadra africana è seconda in classifica, a -4 dalla capolista Nigeria e con altre quattro giornate a disposizione per cercare di arrivare prima ed accedere alla fase successiva degli spareggi.

 

AUSTRALIA

L’Australia, allenata dal greco Postecoglou, è la detentrice della “Coppa delle Nazioni Asiatiche” e con la partecipazione alla prossima Confederations Cup stabilirà un particolare record: sarà infatti la prima nazionale al mondo a rappresentare due diverse confederazioni: nel 2005 (ultima presenza dei Socceroos alla Confederations Cup) era ancora iscritta alla Confederazione Oceanica.

(PRE)CONVOCATI:

Portieri: Ryan, Langerak, Birighitti, Vukovic

Difensori: Sainsbury, McGowan, Smith, Wright, Behich, Degenek, Gersbach, Grant, D. McGowan

Centrocampisti: Jedinak, Milligan, Troisi, Luongo, Rogic, Mooy, Irvine, Goodwin, Amini, Hrustic, Jeggo, McGree

Attaccanti: Cahill, Kruse, Leckie, Juric, Maclaren

 

ASPETTATIVE:

Non sarà facile superare il girone vista la spietata concorrenza. L’Australia però, con le sue tre partecipazioni consecutive agli ultimi tre Mondiali, ha dimostrato di essere entrata in pianta stabile tra le prime 50 Nazionali al Mondo e siamo sicuri che riuscirà a dare filo da torcere a tutte le proprie avversarie.

 

CILE

Grazie al successo in finale contro l’Argentina (il secondo consecutivo) in Copa America, il Cile si è guadagnato il diritto a disputare per la prima volta nella sua storia la Confederations Cup.

(PRE)CONVOCATI:

Portieri: Bravo, Herrera, Toselli

Difensori: Jara, Medel, Isla, Mena, Roco, Diaz, Maripan

Centrocampisti: Beasejour, Vidal, Aranguiz, Diza, Fuenzalida, Gutierrez, F. Silva, Hernandez, Pinares, Y. Leiva, Suazo

Attaccanti: Sanchez, Vargars, Puch, Castillo, Valencia, Sagal, Mora

L’allenatore Pizzi dovrà tagliare 6 uomini da questa lista e consegnare l’elenco definitivo dei 23 convocati.

ASPETTATIVE:

Pur essendo un esordio, il Cile si prepara ad affrontare questa importante manifestazione con la voglia di sorprendere, in un girone complicato ma che con un po’ di fortuna potrebbe anche essere vinto. L’amichevole della settimana scorsa vinta 3-0 contro il Burkina Faso ha confermato l’ottimo stato di salute della squadra; venerdì altra amichevole contro la Russia e poi ancora contro la Romania prima dell’esordio il 18 giugno contro il Camerun.

 

 

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE:

Russia-Nuova Zelanda           sabato 17 giugno, San Pietroburgo

Portogallo-Messico                  domenica 18 giugno, Kazan

Camerun-Cile                             domenica 18 giugno, Mosca

Australia-Germania                 lunedì 19 giugno, Soci

Russia-Portogallo                      mercoledì 21 giugno, Mosca

Messico-Nuova Zelanda         mercoledì 21 giugno, Soci

Camerun-Australia                  giovedì 22 giugno, San Pietroburgo

Germania-Cile                            giovedì 22 giugno, Kazan

Messico-Russia                         sabato 24 giugno, Kazan

Nuova Zelanda-Portogallo   sabato 24 giugno, San Pietroburgo

Germania-Camerun               domenica 25 giugno, Soci

Cile-Australia                            domenica 25 giugno,  Mosca

 

SEMIFINALE 1                          mercoledì 28 giugno, Kazan

SEMIFINALE 2                         giovedì 29 giugno, Soci

 

FINALE 3/4 POSTO                domenica 2 luglio, Mosca

FINALE 1 POSTO                     domenica 2 luglio, San Pietroburgo

 

Ugo D’Andrea



As featured on NewsNow: Calcio news