A meno di 24 ore dalla chiusura del 19º turno di campionato, nel fittissimo calendario delle festività natalizie si ritorna subito in campo per iniziare la 20ª giornata della Premier League. Le prime squadre a sfidarsi sono Middlesbrough e Leicester City, che si giocano importantissimi punti salvezza.

Lo spettacolo offerto da entrambe le squadre nella prima frazione di gioco è tutt’altro che indimenticabile e il risultato è una partita con pochissime occasioni da gol: le prime azioni di una certa pericolosità sono portate entrambe dal terzino austriaco Christian Fuchs che al termine di due sgroppate sull’esterno si trova nella condizione ideale per agganciare verso la porta avversaria. In entrambe le occasioni, però, le conclusioni dell’ex giocatore dello Schalke 04 risultano essere troppo deboli per impensierire realmente il portiere del Middlesbrough Brad Guzan. Si vive poi una lunga fase di studio giocata a ritmi piuttosto blandi e senza particolari spunti, eccezione di un paio di opportunità sui calci piazzati, battuti dal limite dell’area da Mahrez e dallo stesso Fuchs nella fase centrale nel primo tempo: in entrambe le circostanze il portiere americano riesce a sventare i pericoli senza eccessive difficoltà. La risposta della squadra allenata da Aitor Karanka è piuttosto sterile e si concretizza soltanto in due conclusioni piuttosto innocue portate dall’ex centrocampista dell’Atalanta De Roon e da Álvaro Negredo ma anche in questo caso Schmeichel non viene mai impensierito seriamente. Al termine di un primo tempo sostanzialmente privo di emozioni il risultato rimane quasi inevitabilmente inchiodato sullo 0 a 0 di partenza.

Anche nella ripresa il copione della partita rimane sostanzialmente lo stesso. Per vedere un’occasione degna di nota bisogna attendere fino al 68º minuto, quando un’azione individuale dell’esterno del Middlesbrough Adam Forshaw crea i presupposti per una conclusione pericolosa verso la porta avversaria, con la palla che però finisce sul fondo. Questo è comunque il segno di una supremazia territoriale dei padroni di casa che si rendono nuovamente pericolosi pochi secondi più tardi con un colpo di testa di Alvaro Negredo. All’82º minuto arriva forse la migliore occasione del gol per la formazione di casa: al termine di un’azione corale piuttosto pregevole il trequartista uruguaiano ex Bologna, Gaston Ramirez, prova la conclusione, che però termina di poco a lato della porta difesa da Schmeichel. Nel finale di partita sono le Foxes a provare l’ultimo assalto con due occasioni importanti firmate di piede da Musa e di testa da King ma il risultato non si sblocca e squadre si dividono la posta in palio.

Si può ragionevolmente dire che la paura di perdere ha avuto la meglio sulla voglia di vincere da parte di entrambe le squadre che comunque perdono una grande occasione per dare ossigeno reale alla loro classifica: dunque la squadra di Ranieri non coglie l’occasione di allontanarsi definitivamente dalle zone calde della classifica mentre il Boro resta comunque pienamente invischiato nella zona retrocessione.

Scritto da Federico Ceste



As featured on NewsNow: Calcio news