7 – Come Cristiano Ronaldo, ancora una volta chiave magnifica per sfondare la serratura asturiana dello Sporting Gijon. Doppietta per l’asso portoghese (il primo gol su rigore) che sale così a otto reti nelle ultime quattro gare di Liga: pura fantascienza. Ma sette anche come i punti di vantaggio sul Barca (in campo domani, all’Anoeta di San Sebastian), ad una settimana da uno dei superclasicos più attesi degli ultimi anni.

63 – Come i kilogrammi di Pablo Daniel Piatti. Eppure, la ventisettenne ala sinistra argentina pesa come un macigno sulle sorti del proprio club, l’Espanyol di Barcellona. Prestazione a tutto tondo per lui nella convincente vittoria del Cornellà el prat, tre a zero sul Leganes. Assistenza (per Gerard Moreno) e doppietta personale, con il computo complessivo in Liga che parla di cinque reti e ben sette rifiniture decisive. Crack.

Nico – Come Nicolas Martin Pareja da Buenos Aires. Il difensore centrale ex Anderlecht sta fornendo prestazioni difensive di spessore con un’ottima continuità, indossando, talvolta, pure la fascia di capitano del Siviglia. Ultimamente, però, si è anche trasformato in bomber di razza. Se il gol bellissimo contro la Juventus si è poi rivelato inutile, ben diversa sorte ha avuto il punto del due a uno siglato contro il Valencia, che ha regalato la posta piena alla banda di Sampaoli.

Rigore – Ben quattro i penalty assegnati nel sabato di Liga, distribuiti però in sole due gare. Uno per parte sia in Malaga-Deportivo che in Real Madrid-Sporting Gijon, ma con esiti diversi. Entrambi realizzati nella sfida della Rosaleda. in Gol Ronaldo al Bernabeu, ma non Duje Cop, che ha sparato alle stelle il tiro dal dischetto del possibile due pari, a dieci minuti dal termine.

5 – Come le partite senza vincere per il Valencia di Cesare Prandelli. La squadra della comunità Valenciana sbatte contro il muro del Sanchez Pizjuan, denotando paura di perdere. Un timore malefico per una squadra di calcio, che si traduce in un atteggiamento troppo remissivo, e spesso finisce per portare la stessa proprio alla sconfitta. Il mister di Orzinuovi ha tutte le carte in regola per tirare fuori i suoi dalla palude, ma deve farlo in fretta, se non vuole ritrovarsi a lottare per la salvezza.



As featured on NewsNow: Calcio news