In attesa della portata principale del weekend spagnolo, la domenica da urlo con tutte le big in campo, la Liga ha regalato un antipasto gustoso con un sabato ricco di clamorosi colpi di scena.

Emozioni forti soprattutto a Siviglia, dove i padroni di casa ospitano il frizzante Deportivo Alaves di Pellegrino. Il team di Sampaoli fa la partita, come spesso accade in liga, senza però trovare la consueta fluidità di gioco, e soprattutto la via della rete. La svolta arriva nella ripresa, quando l’ex Commissario tecnico del Cile decide di buttare nella mischia Paulo Henrique Ganso. Il Brasiliano entra con il piglio giusto e a un quarto d’ora dal termine si inventa un sensazionale assist di tacco per Ben Yedder. L’ex Tolosa ritrova il killer instinct e porta avanti i suoi. Sembra il colpo da KO per i baschi, ma come già accaduto al Vicente Calderon in Agosto, Alexis e compagni non si danno per vinti, e pervengono ad un clamoroso pareggio, con Laguardia, al minuto 85. La beffa pare sul punto di concretizzarsi per i tricampioni di Europa League, ma Vitolo, tentennante sin li, in pieno recupero sfonda sulla fascia sinistra e mette in mezzo un cioccolatino, che Ben Yedder (ancora lui) scarta con un tacco sublime, facendo impazzire il Sanchez Pizjuan. Due a uno il finale, un punteggio che proietta il Siviglia (momentaneamente) in vetta, con gli stessi punti del Real Madrid (14).

Recupero memorabile anche in Galizia, più precisamente al Riazor di La Coruna. Deportivo e Sporting Gijon ci arrivano col risultato in equilibrio. Uno ad uno, maturato grazie alle reti dei Borges e Sergio Alvarez. Quando la sfida pare potersi concludere con un pareggio tutto sommato utile ad entrambe, sul proscenio dell’incontro sale Ryan Babel. L’ex Liverpool, entrato da una ventina di minuti, esplode un missile da fuori area che sbatte sul palo e impallina inevitabilmente l’incolpevole portiere ospite Cuellar. Un autentico Golazo che fa impazzire il tecnico Garitano, ampiamente ripagato dalla scelta di inserire l’olandese, e tutto il popolo del Riazor.

Si decide nei minuti di recupero anche la sfida di Pamplona. In Navarra arriva la sorpresa di inizio stagione, quel Las Palmas di Setien, a tratti incontenibile sin qui. L’Osasuna però prende la partita di petto e chiude la prima frazione avanti per due reti a zero (Torres e Leon). Los Rojillos vedono tre punti pesanti all’orizzonte, ma non fanno i conti con l’oste e restano scottati dal finale di gara. Vicente Gomez riapre il match a mezzora dal termine, e l’espertissimo Garcia, al minuto 92, regala il punto del pari ai suoi. Infine, nella sfida salvezza all’ora di pranzo, scalpo esterno importantissimo del Leganes, che passa a Granada per uno a zero, con la firma dell’argentino Szymanowski.