Papero de Vuelta: la nuova vita di Pato

Calcio spagnolo 16 settembre 2016 Orlando Cacciotti


Nel calcio come nella vita a volte si ha la fortuna di avere una seconda possibilità. È proprio quello che sta accadendo ad Alexandre Pato, da qualche mese nuovo attaccante del Villarreal. La società spagnola, sfruttando il fatto che il contratto del “Papero” con il Corinthias scadesse a dicembre, lo ha preso a prezzo di saldo (si parla di 5 milioni di euro). Molto importante è stata sicuramente la voglia del giocatore di confrontarsi nuovamente con il calcio europeo, dopo le esperienze con il Milan e il Chelsea (per soli sei mesi lo scorso anno). I tifosi del Sottomarino Giallo avranno sicuramente negli occhi il primo Pato, cioè quel bimbo prodigio che nei primi anni di Milan sembrava destinato ad una carriera importantissima, ma che purtroppo per diversi motivi non è mai decollata come il suo talento meriterebbe. Molti danno la colpa ai dottori del Milan che non avrebbero curato bene alcuni suoi infortuni, che ne hanno condizionato parecchi anni della sua carriera.

Anche la testa del giocatore però negli ultimi anni milanisti e in quelli del ritorno in Brasile non è sembrata proprio quella di uno che vuole a tutti i costi tornare il baby prodigio del 2007 (anno di arrivo in Italia). Adesso l’approdo in Liga è un vero banco di prova per la sua definitiva maturazione e consacrazione. L’ambiente tranquillo di Villarreal può sicuramente aiutarlo in questo processo di redenzione, così come l’infortunio capitato a Soldado nei primi giorni di agosto. Infatti l’attaccante spagnolo ha subito la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco del ginocchio destro.

Questo catapulta il giocatore brasiliano al ruolo di titolare al fianco di Bakambu (anche lui infortunato al momento, ma ne avrà ancora per pochi giorni). Potenzialmente potrebbe essere una coppia devastante, Bakambu prima punta con Pato a svariare su tutto il fronte d’attacco. Come caratteristiche si completano benissimo, potente il congolese, rapido e sgusciante il brasiliano. Il nuovo tecnico del Villarreal Fran Escribà crede molto nelle potenzialità dell’ex milanista, che sta migliorando partita dopo partita anche se non ha ancora ritrovato la vena realizzativa dei primi anni di carriera (un gol ogni 153 minuti nella sua esperienza al Milan). Adesso è tutto nelle sue mani (e nella sua testa), ha tutto ciò di cui ha bisogno per riesplodere: ambiente tranquillo, fiducia dell’allenatore e integrità fisica (almeno sembra). Per gli innamorati di calcio sarebbe un sogno rivedere il “Papero” di un tempo, quel giocatore che fece impazzire milioni di tifosi coi suoi scatti brucianti (vero Mexes?) e i suoi gol di rara bellezza.



As featured on NewsNow: Calcio news