La bagarre tra chi naviga nelle acque basse della classifica è appena cominciata.

Ci sono sei squadre che non hanno ancora raggiunto quota 20 punti: Valencia, Deportivo La Coruña, Leganes, Sporting Gijón, Granada e Osasuna. Andiamo ad analizzarle singolarmente:

Valencia/Deportivo La Coruña: queste due squadre sono le più accreditate per quanto riguarda il raggiungimento di una salvezza tranquilla. Entrambe a 19 punti (Valencia con una partita in meno), possiedono un organico in grado di guadagnare terreno sulle inseguitrici. Il Valencia sta attraversando un periodo di crisi su tutti i fronti, ma anche se la squadra è stata affidata a Salvador González Marco dopo le dimissioni di Cesare Prandelli, c’è abbastanza talento per concludere la stagione senza troppi patemi. Stesso discorso per il Depor che, anche se qualitativamente inferiore, può recriminare per almeno una decina di punti persi per pura sfortuna. Di sicuro Gaizka Garitano ha le sue colpe per aver dimostrato lacune nella gestione dei finali di partita, ma con il rientro di Joselu i galiziani vantano un’organizzazione offensiva rispettabile che dovrebbe garantire gol a raffica contro le dirette avversarie.

Leganes: alla prima avventura nella massima serie spagnola, i biancoblu hanno sorpreso tutti con ben 10 punti conquistati nelle prime 7 giornate. Da lì in poi però, sono emerse le difficoltà di una squadra le cui speranze sono legate a una rosa di livello quantomeno mediocre. Nelle ultime 6 partite, pur non vincendo, i ragazzi di Asier Garitano hanno raccolto ben 5 punti grazie a dei pareggi che potrebbero rivelarsi decisivi a fine stagione. Difficile fare un pronostico, ma il vantaggio di 5 punti sulla terzultima presumibilmente permetterà al Leganes di giocare le proprie carte negli scontri diretti.

Sporting Gijon/Granada/Osasuna: gli asturiani (13 punti) devono assolutamente migliorare in trasferta se vogliono avere qualche speranza. Nel girone di ritorno si giocheranno due sfide cruciali con Leganes e Osasuna lontani dalle mura del Molinòn. L’Osasuna (10 punti) è la squadra che più di tutte sembra condannata alla retrocessione. La rosa non è certo all’altezza per un campionato simile, servirà un miracolo. Il Granada (10 punti) attualmente ultimo, è paradossalmente la squadra con la rosa più forte. Innesti come Adrian Ramos e Panagiotis Kone, contribuiscono ad alzare il livello di una squadra che gioca un calcio spesso ruvido, ma non per questo privo di talento. Luis Alcaraz potrà contare infatti su giovani in rampa di lancio come Andreas Pereira, Jeremie Boga e Aly Malle.

 

Di Giovanni Ferrari



As featured on NewsNow: Calcio news