8 reti subite nelle ultime due trasferte a Vigo. I Catalani cadono per il secondo anno consecutivo in casa del Celta uscendo dal Balaidos a pezzi. 13 mesi fa, finì 4-1, stasera Suarez e compagni rischiano di rimontare ma vengono fermati dalla papera di Ter Stegen. Neymar e la doppietta di uno stoico Piquè, rendono il passivo meno imbarazzante del precedente.

Luis Enrique conferma i propositi di turn over lasciando fuori Iniesta, Mascherano e Rakitic, oltre agli infortunati Messi ed Umtiti; solito 4-3-3 con Rafinha (scatenato in questo inizio di stagione) accanto al tandem Suarez-Neymar. Berizzo decide di non difendersi e si affida al tridente Bongonda-Pione Sisto-Iago Aspas. Panchina per Pepito Rossi.
Nei primi 10 munti sembra partire meglio il Barça. Arda e Suarez triangolano sul vertice sinistro dell’area di rigore avversaria, ma la conclusione del fuoriclasse uruguaiano risulta troppo debole per impensierire Alvarez. Un minuto dopo inizia lo show Galiziano: Aspas serve Pione Sisto che calcia a giro dalla distanza e porta in vantaggio il Celta. Alla mezzora Ter Stegen deve raccogliere di nuovo la palla dal sacco, quando Iago Aspas incrocia di sinistro sul palo più lontano. Barcellona inesistente. I Blaugrana soffrono terribilmente la velocità di Bongonda e Pione Sisto sulle fasce, oltre a pagare la scarsa forma di Busquets, Mathieu e Luis Suarez. Il difensore Francese la combina grossa due minuti dopo deviando nella propria rete un filtrante dalla destra di Daniel Wass. 3-0 e Blaugrana a pezzi.
Il primo tempo termina con Hugo Mallo che sfiora la rete del 4-0.
Luis Enrique prova a correre ai ripari sostituendo l’impalpabile Rafinha con Iniesta e avanzando Arda nel tridente. Il Barcellona aumenta il ritmo e accorcia le distanze al 58’con un colpo di testa di Gerard Pique. La rimonta Blaugrana continua: Hugo Mallo stende ingenuamente Gomes e regala il penalty agli ospiti. Neymar non sbaglia dal dischetto e riapre definitivamente la partita. Gli uomini di Luis Enrique adesso attaccano a testa bassa. Arda Turan crea spesso superiorità numerica sulla destra, mentre Neymar crea scompiglio tra gli spaventati difensori Galiziani.
L’inerzia offensiva Catalana però si gela all’improvviso: Ter Stegen decide di rinviare in testa ad Hernandez ed il pallone si insacca il rete. Gollonzo della giornata.
Partita infinita. Piquè trova la (clamorosa) doppietta personale a 2′ dalla fine su cross del neoentrato Denis Suarez. Neymar e (ancora) Piquè sfiorano il pareggio negli istanti finali.
Il Barcellona scivola al 4 posto dopo 7 giornate di Liga, a due lunghezze dalla coppia Atletico-Real e a una dal Siviglia. Giocare senza Mascherano, Iniesta, Messi, Rakitic ed Umtiti è difficile anche per i Marziani, ma il primo tempo rimane comunque qualcosa di incomprensibile. Ormai è “fatal Vigo” per i Blaugrana.

 



As featured on NewsNow: Calcio news