Il Siviglia vince 1-0 il big Match della 9a giornata di Liga e vola momentaneamente in testa alla classifica dopo  10 anni. Primo passo falso esterno per i Colchoneros.

Il Cholo vara ancora il 4-2-4 con Correa e Carrasco esterni offensivi e la coppia Gameiro-Griezmann di punta; è la prima volta che l’allenatore Argentino decide di schierare il nuovo modulo in un match così importante. Sampaoli risponde con la fantasia di Nasri, Vasquez e Vitolo dietro a Luciano Vietto. Sin dai primi minuti, la partita viene condizionata dalla forte pioggia che sembra rallentare il possesso palla caratteristico degli Andalusi. L’Atletico parte meglio e crea la prima occasione da rete con una punizione di Griezmann deviata dalla barriera. L’intento di Simeone è quello di lasciare la palla agli avversari e ripartire con le verticalizzazioni a favore della velocissima coppia Gamiero-Griezmann. Per l’ex di turno la grande occasione arriva al 16′, quando si fa respingere la conclusione in diagonale dall’attento Sergio Rico. Considerando anche il valore dell’avversario, l’Atletico sforna una buona prestazione nei primi 45′ di gioco e continua a creare le uniche palle gol della partita. Al 39′ Correa sciupa la più grande opportunità per portare in vantaggio i Colchoneros: Gameiro anticipa di testa Rami servendo il giovane talento Argentino che svirgola il pallone davanti a Sergio Rico.

Nel secondo tempo la partita cambia radicalmente. Il Siviglia viene a prendersi il pallone molto alto, Nzonzi comincia a fare sportellate con Koke e Gabi e Nasri comincia ad inventare calcio. Il talento Francese ex Arsenal sfiora il vantaggio nei primi minuti colpendo il palo con un tiro angolatissimo. Passano pochi istanti ed il piatto al volo di Vitolo viene parato da un grandissimo Oblak. Se Vasquez e Nasri migliorano i loro tempi di gioco, Griezmann, Koke e Carrasco calano alla distanza. Il Siviglia sembra prendere sempre più campo, mentre la risposta Colchoneros è un destro in diagonale di Gameiro attorno al 70′. Al 73′ si sblocca l’incontro. Nzonzi viene lanciato in campo aperto da Luciano Vietto e batte Oblak con un leggero tocco alla sua destra. Era dalla trasferta di Pamplona della stagione del titolo, che la difesa del Cholo non si faceva infilare da una banale verticalizzazione a 40 metri dalla porta. Capita anche ai migliori. La partita si chiude al 78,’ quando Koke si fa ammonire ingenuamente per la 2a volta e lascia i compagni senza uno dei suoi uomini migliori. Vittoria fondamentale per Sampaoli che vola momentaneamente in testa. Brutto stop per gli uomini del Cholo che si vedono sorpassare in classifica dal Barcellona. Nasri e Nzonzi i migliori per gli Andalusi, male Koke e Correa nell’Atletico.

Nelle altre due partite del pomeriggio, Villarreal e Malaga conquistano tre punti rispettivamente contro Leganes e Las Palmas. Dilaga 4-0 al squadra di Juande Ramos che conquista la 3a vittoria in Liga (tutte in casa) e si stanzia a centro classifica. Ad aprire le marcature ci pensa jony su rigore, mentre a chiuderla ci pensa di sinistro Gonzalo Castro su assist di Ramirez.  Nella ripresa rendono più ampio il margine le reti di Ramirez e Camacho. Il sottomarino giallo soffre un grande Las Palmas nella prima frazione, ma riesce a ribaltare il risultato al 92′ con il solito Bakambu. I Canarini passano in vantaggio alla mezzora con una delle azioni più belle mai viste sui campi da calcio: Tacco volante di Tanausu per Boateng che decide di metterla all’angolo di mezza rovesciata. Spettacolo! Vantaggio meritato per la squadra di Quique Setièn che giocano un primo tempo di grande personalità e fanno girare la palla a ritmi altissimi. Nella ripresa gli ospiti continuano a fare la gara ma si fanno raggiungere dal rigore di Nicola Sansone al 64′. La partita non cambia, Boateng e Bakambu creano le opportunità più pericolose della ripresa, Viera e Tanausu continuano a dar fastidio alla retroguardia di casa. Al 92′ Bakambu centra l’angolino di destro e regala i 3 punti al Villarreal. Sconfitta immeritata per un ottimo Las Palmas; 3 punti d’oro per Sansone e compagni che agganciano Barcellona e Real Madrid (una partita in meno) a quota 19 punti.

 



As featured on NewsNow: Calcio news