È di questi giorni la notizia che il Paris Saint Germain è intenzionato a fare il colpo del secolo, acquistando Neymar dal Barcellona per una cifra sbalorditiva.

Il club parigino, infatti, pare intenzionato a pagare per intero la clausola rescissoria dell’attaccante brasiliano, di circa 220 milioni di euro. Questo renderebbe Neymar l’acquisto più costoso della storia del calcio, doppiando l’attuale record di 105 milioni pagati l’estate scorsa dal Manchester United per Paul Pogba. Al giocatore andrebbe un contratto quinquennale da 30 milioni di euro annui, più bonus vari e le commissioni al procuratore, per un investimento complessivo di circa 560 milioni. Con uno stipendio simile, è chiaro che l’opzione PSG interessa anche al giocatore, checché ne dica Gerard Piqué. Il difensore catalano ha pubblicato nei giorni scorsi una sua foto con Neymar su Instagram, con la didascalia “se queda” (rimane), tranquillizzando temporaneamente i tifosi.
Ricordiamo che con le clausole rescissorie non c’è bisogno di trattativa fra i club. Se l’acquirente ha un accordo col giocatore, basta versare i soldi e l’affare è fatto. Ne ha approfittato l’estate scorsa la Juventus, pagando le clausole di Miralem Pjanic (38 milioni) e Gonzalo Higuaín (94 milioni, poi ridotti a 90) senza che Roma e Napoli potessero dire nulla.

Le clausole rescissorie dei top player, si sa, sono altissime per scoraggiare potenziali acquirenti. Nel caso di Neymar, una clausola da 220 milioni garantirebbe – in teoria – ai catalani di poterselo tenere per sempre. E invece gli emiri hanno fatto quattro conti. Neymar è un giocatore altamente marketable: la sua influenza sui social network è paragonabile solo a quella di Cristiano Ronaldo. È ancora giovane – 25 anni – e ha davanti a sé ancora una decina d’anni di carriera. L’investimento, quindi, può rientrare alla grande.
A questo si aggiunge, ovviamente, il valore sul campo. Neymar ha segnato finora 105 gol su 186 partite con il Barcellona, fra cui tante reti decisive.

Di fronte a questa possibilità concreta, è ovvio che il Barça stia già cercando sostituiti per un eventuale dopo-Neymar. La MSN è un trio da 140 gol all’anno, e il club vorrebbe sostituire il brasiliano con un attaccante che garantisca la stessa qualità realizzativa. L’ipotesi numero uno è Paulo Dybala della Juventus, che però non si muoverebbe da Torino per meno di 120 milioni. Un altro obiettivo dei catalani è il giovane Kylian Mbappè del Monaco, che però è anche nelle mire del Real Madrid.
Va da sé, comunque, che con 220 milioni il Barcellona può – e deve – rifarsi la squadra. L’attacco è sempre il migliore al mondo, ma centrocampo e difesa stanno invecchiando e il gioco della squadra ne risente. Nonostante la vittoria in Coppa del Re, la scorsa stagione il Barça è arrivato secondo in campionato ed è uscito ai quarti di Champions contro la Juventus, mostrando evidenti limiti in fase di non possesso palla. I bookmakers prendono nota: BetStars dà il Real Madrid favorito in Liga.

Per il centrocampo, l’obiettivo numero uno è ancora Marco Verratti del PSG. Il Barcellona può provare a inserire l’italiano nell’acquisto di Neymar o aprire una trattativa separata (più probabile la seconda opzione). Anche qui stiamo parlando di una cifra intorno agli 80 milioni di euro, per uno dei migliori centrocampisti al mondo.



As featured on NewsNow: Calcio news