Scorpione – il 2017 è appena all’inizio, ma forse ha già visto il suo gol più bello. E’ quello che apre le marcature nel match tra Arsenal e Crystal Palace, a segnarlo è Giroud con uno scorpione fantastico, che bacia la traversa e si infila in porta, dopo una velocissima azione di ripartenza, tra l’incredulità del francese e di tutto l’Emirates, che si regala un tranquillo pomeriggio grazie anche al gol, arrivato nella ripresa, di Alex Iwobi, che dopo il tentativo di respinta di Dann mette dentro senza problemi il pallone che fissa il risultato sul 2-0. Il dominio dei Gunners è assoluto, il risultato avrebbe potuto essere più rotondo ma l’Arsenal quest’anno è così.

2017 – I primi due match del 2017 ci lasciano due certezze: nonostante l’incredibile percorso del Chelsea, la lotta lassù è tutta da vivere. Perchè se dell’Arsenal ormai, nonostante i vari dubbi legati alla tenuta mentale dei ragazzi di Wenger, sapevamo, anche il Tottenham, dopo un avvio molto difficile, si sta riprendendo alla grande. A testimoniarlo è il quarto posto davanti al Manchester City e la roboante vittoria di oggi a Vicarage Road, siglata dalle due stelle, Kane e Alli.

100 – Le presenze in Premier League di Harry Kane, che con la doppietta di oggi fa 59 gol nella massima serie inglese. Una media pari a quella di Henry, non uno chiunque. Nei due gol di oggi c’è tutto l’uragano di talento del numero 10 degli Spurs: precisione e capacità di inserimento nel primo gol, reattività e freddezza nel secondo, servito molto bene in entrambi i casi da Trippier.

Alli – Altra prestazione devastante del gioiellino classe ’96. Non solo i due gol, ma anche tanta corsa, qualità e quantità. Sicuramente tr i giocatori più in forma del momento a livello internazionale, il Tottenham dovrà resistere in estate, perchè inevitabilmente gli occhi delle grandi sono già tutti addosso a lui.

Crollo – Se quello del Crystal Palace era stato già testimoniato dal cambio in panchina (via Pardew, dentro Allardyce), quello del Watford arriva inaspettato. Mazzarri ha l’alibi degli infortuni dalla sua parte, ma il crollo di oggi in casa contro seppur un ottimo Tottenham è un campanello d’allarme abbastanza indicativo. Il Palace, invece, gioca 90′ anonimi contro l’Arsenal, subendo gli attacchi dei ragazzi di Wenger che, come detto, avrebbero meritato anche qualcosina in più del 2-0 finale. L’ultima vittoria degli Hornets risale al 1o dicembre (3-2 contro l’Everton), mentre l’ultima del Crystal Palace addirittura al 3 dicembre (3-0 contro il Southampton che aveva interrotto una striscia di sei sconfitte consecutive), con lo score di questi ultimi che segna 2 vittorie soltanto dal 18 settembre a oggi. Situazione preoccupante.



As featured on NewsNow: Calcio news