Nella mattinata di oggi Neill Blake, amministratore delegato del Bournemouth, ha diramato un comunicato riguardo  la decisione presa dal club in merito alla costruzione di un nuovo impianto. Il “Vitality Stadium”, che attualmente ospita le partite interne delle “cherries”, è quello con la capienza minore dell’intera Premier League, con appena 11mila posti a sedere. Blake ha spiegato come il club sia affezionato a questo glorioso impianto, sorto nel lontano 1910 e teatro delle tre incredibili promozioni collezionate  negli ultimi sei anni che hanno permesso al club del Dorset di sbarcare per la prima volta nella sua storia nella massima serie inglese. Allo stesso tempo però Blake ha spiegato che per poter affermarsi stabilmente in Premier c’è bisogno di uno stadio di proprietà che possa garantire maggiori introiti nelle casse della società. L’AD ha inoltre spiegato come in questi giorni si stia lavorando duramente per individuare il luogo giusto dove far sorgere il nuovo stadio che, nei piani del Bournemouth, dovrebbe essere pronto a partire dalla stagione 2020-2021.