I campioni in carica vincono ancora. Solo pareggi per gli inseguitori più prossimi Porto e Sporting Lisbona. Ora la vetta per i ragazzi di Nuno Espirito Santo dista ben 5 punti. Per capire quale indirizzo prenderà il campionato, basterà attendere il prossimo turno, quando il Porto ospiterà al “Do Dragao” il Benfica capolista.

Implacabile il Benfica che regola con un perentorio 3-0 il Pacos de Ferreira.
Davanti ai 52731 spettatori del “Da Luz” i campioni in carica non tradiscono. Se Mitroglou non è nella giornata migliore, ci pensano Guedes, Salvio e Pizzi a segnare le reti per gli uomini di Rui Vitoria.
La prestazione fornita dai capitolini non lascia spazio a dubbi nel risultato. Il Pacos risulta come la vittima di giornata, senza fare niente per evitarlo. Da segnalare nei bianco-rossi l’esordio stagionale in porta di Ederson Moraes al posto dell’ex interista Julio Cesar.

Rallenta il Porto che non passa in trasferta contro il Vitoria Setubal.
Josè Couceiro modella la sua formazione in un 4-2-3-1 che risulta inespugnabile da parte dei “Dragoes”
Le occasioni sono molte e sempre a senso unico per i bianco-blu; Diogo Jota al 30’ a tu per tu con Bruno Varela si fa ipnotizzare. Il Porto prova in tutti i modi a scalfire la solidità difensiva dei “Sadinos” ma Andrè Silva e compagni sono troppo imprecisi.

Sempre più notte fonda per lo Sporting Lisbona che non sa più vincere: 0-0 in casa del Nacional.
In una gara dove l’arbitraggio di Vasco Santos scontenta entrambe le pretendenti, gli uomini di Jorge Jesus avrebbero la clamorosa occasione per portarsi in vantaggio già all’8’, ma William Carvalho si fa respingere il calcio di rigore da Rui Silva.
I “Leones” non riescono mai ad impensierire la difesa isolana, e progressivamente diventano sempre più rinunciatari, fino al 62’, quando è la traversa a salvare la squadra di Lisbona. Nel finale, solo il Nacional cerca la vittoria, mentre lo Sporting difende il punto con le unghie.
Difficile sapere cosa succede in casa bianco-verde; certo che la vittoria manca da 3 turni, mentre le pretendenti al titolo non lasciano trasparire nessun calo di forma.
Nessuno tra i nuovi arrivati Campbell, Castagnos, Dost ha fornito fino ad oggi marcature regolari, che fino a settembre erano garantite da Slimani.

Sporting Braga si issa al terzo posto della generale piegando la Belenenses per 2-1.
Determinato e sfrontato, lo Sporting è subito in goal (al 5’) grazie a Ricardo Horta che sfrutta al meglio un assist di Pedro Santos che taglia in due la difesa avversaria. Ci vuole poi il miglior Marafona al 22’ per intercettare il penalty calciato da Camarà e lasciare i suoi in vantaggio. I bianco-rossi per lunghi tratti sono in controllo della della partita, ma solo all’84’ (ancora) Ricardo Horta raddoppia, sfruttando una corta respinta del portiere avversario. Il goal di Diago Caeiro al 88’ accorcia le distanze, ma nulla toglie alla squadra di Peseiro.

Ennesima prestazione di forza del Vitoria Guimares che si impone per 3-0 in casa del Rio Ave.
Il merito di questo risultato per gli uomini di Pedro Martins porta un solo nome: Moussa Marega. Il maliano con una tripletta è sempre più solo in testa alla classifica cannonieri con 10 goal in nove partite.
In questa occasione sfoggia tutto il suo repertorio, dimostrandosi prima freddo dal dischetto, poi di testa, e nel suo pezzo forte in campo aperto.

Vittoria fondamentale dell’Arouca sul Maritimo nel finale. Dopo una prima frazione dominata dall’eccessivo tatticismo e dalla paura di non perdere, nella seconda parte di gara le squadre si fanno intraprendenti.
Un colossale errore in fase di disimpegno ad opera di Mauricio al 82’ permette a Mateus di fuggire sulla fascia e servire il più comodo degli assist a Walter Gonzales che deve solo appoggiare in rete.
Successo che permette ai padroni di casa di abbandonare l’ultimo posto in classifica.

Nello scontro salvezza, la Moreirense vince a Tondela per 2-1.
Le due squadre comprendono l’importanza della posta e partono entrambe con un ritmo frenetico. Sono gli ospiti, con una pregevole giocata di Podence, a portarsi avanti al 6’. Neanche il tempo di gioire per gli ospiti che i giallo-verdi pareggiano al 18’ con un tiro di Wagner dalla distanza. Le formazioni non si risparmiano dal punto di vista dell’impegno, ma la gara risulta farraginosa, spezzata solo da una mirabile punizione di Neto, respinta dal palo al 28’.
Nella ripresa saltano completamente gli schemi; ad uscirne vincitori sono gli ospiti al minuto 87 quando Boateng riesce a correggere di testa una punizione di Nildo Petrolina. Vittoria e sorpasso in classifica della Moreirense ai danni del Tondela.

Pareggio a rete bianche tra il Boavista e l’Estoril.
L’Estadio do Bessa assiste ad un incontro molto noioso, dove le difese annientano i rispettivi attacchi.
I moduli speculari non aiutano lo spettacolo e solo all’81’ Erivelto riesce a regalare un sussulto a i tifosi di casa, ma la girata si spegne di poco a lato. Pareggio che consolida la posizione di centro classifica per i bianco-neri, mentre i “Canarinhos” sono sempre invischiati nella lotta per non retrocedere.

di Luca Satragno



As featured on NewsNow: Calcio news