I campioni in carica e il Porto non tradiscono le attese, e vincono i rispettivi incontri. Colpo grosso del Braga che s’impone sul terreno dello Sporting Lisbona. I “Leones” sono ora quarti affiancati dal Vitoria Guimaraes.
 
Il Benfica vince con il minimo scarto in trasferta contro l’Estoril .
Con una gara diligente, i campioni in carica mantengono il loro ruolino di marcia. Nella prima fase, la supremazia ospite non si concretizza per le grandi parate di Moreira e l’imprecisione degli avanti in maglia rossa.
Nella ripresa gli uomini di Rui Vitoria cambiano ritmo, si rendono pericolosi a più riprese, con Luisao e Rafa. Il goal partita arriva al 61’, quando Ailton intercetta con la mano destra in scivolata un cross di Cervi. Sul dischetto si presenta il messicano Jimenez, che di freddezza realizza il goal che decide la partita.

Ricordiamo che il Porto ha anticipato il 15 turno, battendo in casa il Maritimo per 2-1. I “Dragao” sono passati in vantaggio con Brahimi al 46’ e hanno raddoppiato con Andrè Silva al 67’. Per gli isolani il goal della bandiera è arrivato al 85’ con Djousse.

Sporting Lisbona battuto sul proprio terreno dallo Sporting Braga per 0-1.
Partita senza esclusioni di colpi all’Alvalade. Wilson Eduardo è una costante spina nel fianco nella difesa bianco-verde. Il palo colpito da Gelson al 49’ scuote i 42148 accorsi per l’evento, ma gli uomini di Jorge Jesus non riescono a portare ulteriori pericoli dalle parti di Matheus.
Al 70’ Rui Fonte colpisce il palo; sugli sviluppi dell’azione, Wilson Eduardo, da fuori, coglie un Rui Patricio non impeccabile e segna il goal partita.

Pesante sconfitta casalinga per la Moreirense: 1-4 ai danni dell’Arouca.
Ci pensano Intima (3 goal e 1 assist) e Mateus (1 goal e 2 assist) a portare i tre punti agli uomini di Vidigal. I bianco-verdi di casa, per la verità, non cominciano male, con Boateng pericoloso al 4’ e 11’.
Ma Jorginho Intima realizza al 9’ il suo primo goal di giornata, servendo poi un delizioso assist solo da spingere in porta a Mateus al 29’.
Il solito Boateng al 47’ dimezza lo svantaggio, anche se nulla può contro l’uragano Intima, che insacca ancora al 51’ e 82’. Migliore prestazione in carriera per il 21enne nato in Guinea Bissau. Da oggi sicuramente sul taccuino di numerosi addetti ai lavori.

Importante vittoria per il Pacos Ferreira che supera in casa la Belenenses per 1-0.
Gara molto agonistica tra le due contendenti, con pochi tiri nello specchio, ma con ben 17 calci d’angolo (7 per il Pacos, 10 per gli ospiti). Violente recriminazioni per la squadra di Lisbona al 3’ per un tocco di mano in barriera da parte di Pedrinho.
Le contendenti si affrontano con molti duelli a centrocampo, senza riuscire ad arrivare alla battuta conclusiva.
Ci pensa però Welthon al 50’ a decidere il match: scatto sul filo del fuorigioco e battuta chirurgica in solitudine alle spalle dell’incolpevole Castro. I giallo-verdi, con i cambi a disposizione, infoltiscono la difesa, rischiano poco e chiudono tra gli applausi del pubblico del “Estadio da Capital do movel”.

Tondela e Boavista si dividono la posta: 1-1.
I padroni di casa vogliono salvarsi dall’ultimo posto in classifica, giocano una prima mezz’ora tutta coraggio e altruismo, ma non riescono a passare.
Ci vuole una punizione da 30 metri di Lystov nel recupero della prima frazione per portare
i giallo-verdi avanti nel punteggio. La paura di vincere attanaglia gli uomini di Petit e minuto dopo minuto il Tondela perde campo.
Le “Panteras” sono sempre più intraprendenti, fino a raggiungere il meritato pareggio all’87’.
Anderson Carvalho trova lo spiraglio giusto per ammutolire i supporter locali e gettarli nello sconforto.

Successo per il Rio Ave sul Nacional per 2-1.
Quarta vittoria consecutiva per la squadra di Vila Do Conde. I bianco-verdi utilizzano il primo tempo per studiare e prendere le misure all’avversario di turno.
La strigliata nello spogliatoio di Luis Castro fornisce subito l’effetto desiderato.
Al 49’ Ali Ghazal si rende protagonista di una sfortunata deviazione su colpo di testa del neo- entrato Filipe Augusto.
Meno di un minuto e ci pensa Krovinovic a raddoppiare. Il goal è un capolavoro tecnico, con un rapido cambio di piede e tiro a giro ad infilarsi nel sette della porta difesa da Rui Silva.
La squadra dell’isola di Madeira accorcia al 72’ con Willyan ma non riesce a riportare in equilibrio la sfida.

Grazie al successo per 3-1 sul Vitoria Setubal, il Vitoria Guimaraes si issa al quarto posto in coabitazione con lo Sporting Lisbona.
Joao Pedro sblocca al 31’ la partita con un preciso tiro dalla lunga distanza. Al 70’ Edinho con uno stacco imperioso gela il pubblico di casa, riportando l’incontro in parità.
I “Sadinos” non hanno neanche il tempo di festeggiare, che i padroni di casa (in maglia bianca per l’occasione), si riportano avanti al 72’ con Raphael. La pratica viene chiusa definitivamente al 79’ con Hernani.

di Luca Satragno



As featured on NewsNow: Calcio news