Il Benfica non tradisce le attese dopo l’incredibile rimonta subita dal Besiktas. Lo Sporting Lisbona pare fuori dalla crisi, e continua la rincorsa al vertice. Il Porto non riesce più a vincere. Perde terreno il Vitoria Guimaraes sconfitto dal Tondela.
 
I campioni in carica del Benfica battono senza problemi la Moreirense per 3-0. Al “Da Luz” i padroni di casa spazzano i timori dell’inizio (vedi recente prestazione a due facce in Champions League) con una vittoria mai in discussione.
Gli ospiti sono stati relegati al ruolo di comparsa. Pizzi, autore di due reti, è stato il protagonista di giornata con una doppietta (32’ e 58’). Il centrocampo del “O Glorioso” ha fatto la differenza, con una performance di Cervi su livello da nazionale albiceleste. Nel finale c’è gloria anche per Jimenez, bravo a ribattere in rete un’azione personale di Rafa Silva.

Sotto una pioggia torrenziale, pareggio a reti bianche tra la Belenenses e il Porto.
Periodo difficile per la squadra di Nuno Espirito Santo, manca la vittoria da ormai quattro partite.
Sul campo del Restelo, i padroni di casa si sono esaltati in una gara di contenimento. Dove non è arrivato l’estremo bianco-blu Joel Castro, ci hanno pensato con interventi provvidenziali sulla linea Duarte e Henin. Sicuramente le condizioni del terreno hanno influito sulla giornata no delle bocche da fuoco dei “Dragoes” in particolare Andrè Silva.

Sul campo del Boavista continua la rincorsa dello Sporting Lisbona.
Jorge Jesus in settimana aveva ricordato come lo scudetto lo scorso anno per i “Leones” fosse andato perso proprio nello scontro di Oporto. I bianco-neri sono apparsi spesso sconfitti nei duelli a centrocampo, e privi della giusta cattiveria agonistica, con la quale andrebbe affrontata una rivale storica. Con un Gelson Martins in formato monstre, ci pensa il puntale Dost a regalare il secondo posto in classifica per i capitolini.

Passo in avanti del Rio Ave che si impone sul campo del Vitoria Setubal con il minimo scarto.
Ancora una delusione per il pubblico del “Estadio do Bonfim”, dove la vittoria manca dal 28 Agosto.
Al 13’ su un incertezza del portiere Bruno Varela, Felipe Augusto segna il goal della vittoria.
Gli ospiti sono bravi nel difendere il vantaggio, pur con l’uomo in meno per oltre mezz’ora (espulsione Guedes). Il mister Couceiro non riesce a incidere con i cambi e la gara si mette sui binari preferiti dalla squadra di Villa do Conde.

Estoril espugna il campo del Nacional per 0 a 1.
Basta il più classico degli autogoal, confezionato all’8’ da Ghazal, per portare i tre punti in casa Estoril. La squadra di Funchal ha provato a reagire, ma spesso è mancata la freddezza necessaria negli ultimi 11 metri. Un po’ di sfortuna per gli isolani, che hanno colpito anche un clamoroso palo al 47’ con Cadiz. Nell’assalto finale si segnala Diakite, che più volte salva il risultato per i “Canarinhos” con interventi provvidenziali davanti alla porta difesa da Moreira.

Chaves fermato sul pari in casa dal Maritimo per 0 a 0
I blau-grana provano a sbloccare il risultato di partenza in tutte le maniere, con Freire e Battaglia sugli scudi. Una doppia ingenuità di Martins, ammonito ed espulso nel giro di due minuti (tra il 47’ e il 48’) sposta l’inerzia dell’incontro.
Gli ospiti, in maglia gialla per l’occasione, prendono campo e convinzione dall’uomo in più; Patrick e Brito sfiorano il goal del colpaccio, ma senza riuscirsi.

Punti pesanti per l’Arouca che vince di misura in casa, sul Pacos Ferreira per 1-0.
Neanche il tempo di sedersi per i tifosi, che Jorginho Intima porta in vantaggio la sua squadra.
Sulle ali dell’entusiasmo, i giallo-blu cercano il raddoppio con insistenza nella prima frazione senza riuscire a siglare la seconda marcatura.
Nella ripresa, con l’ingresso di Minhoca, gli ospiti cambiano passo, sfiorando il pareggio in diverse occasioni, in particolare con Miguel Veira al 72’.

Importante successo del Tondela, che in un rocambolesco finale s’impone in rimonta sul Vitoria Guimaraes.
Orfani del capocannoniere Marega (squalificato), i bianco-neri non riescono a confermare quanto di buono fatto fino a ora in questo torneo. I giallo-verdi vogliono i tre punti per abbandonare l’ultimo posto solitario in classifica, e traducono questa intenzione con un primo tempo caparbio.
I “Tondelenses”, con Murillo, vanno a più riprese vicino alla segnatura, ma l’imprecisione e chiude ogni varco.
La gara si decide negli ultimi 15’. Gli ospiti a sorpresa passano con Tiquinho che fa esplodere la curva dei “Conquistatores Alfonsinos” venuti in massa da Guimares per sostenere la propria squadra.
Gli uomini di Petit non si abbattono d’animo e con una doppietta di Wagner ribaltano il risultato, per il secondo successo stagionale interno.

di Luca Satragno



As featured on NewsNow: Calcio news