Si salva in extremis il Benfica, nello scontro con gli acerrimi rivali del Porto. Dietro ne approfitta lo Sporting Lisbona per recuperare un po’ di terreno. Perde il Braga a Fuchal con il Maritimo, ed è raggiunto al quarto posto dal Vitoria Guimares.

Grandi emozioni nel pareggio per 1-1 tra Porto e Benfica.
Allo stadio “Do Dragao”, spinto da 50019 tifosi, il Porto cerca di mantenere vivo il campionato, nella scia dei campioni in carica. I bianco-blu confezionano una prima frazione tutta impegno e grinta, si rendono pericolosi a più riprese, con Andrè Silva sugli scudi, ma non riescono a sbloccare il risultato.
I capitolini non sembrano nella giornata migliore, si appoggiano sulla propria solidità difensiva per non affondare.
In avvio di ripresa, al 50’, i padroni di casa suggellano la propria prestazione con Diogo Jota, bravo e rapido a battere Ederson Moraes.
Gli uomini di Nuno Espirito Santo addormentato la partita; le “Aguias” sembrano alle corde, ma all’ultimo assalto al 92’, Lisandro Lopez acciuffa un insperato pareggio con un colpo di testa.

Boccata d’ossigeno per lo Sporting Lisbona che vince per 3-0 con l’Arouca.
I timori della vigilia sono spezzati al 9’ con una rete di Dost. Gli uomini di Jorge Jesus si trovano a quel punto a giocare una partita in discesa, con gli ospiti a recitare il ruolo della vittima sacrificale. La seconda rete di giornata, al 55′, è di Campbell. Ancora l’olandese Dost al 68’ mette in cassaforte il risultato per i “Leones”.
Nel mezzo, c’è anche l’errore dal dischetto al 64’ del capitano Adrian Silva.

Prestigiosa vittoria per 1-0 del Maritimo, che batte lo Sporting Braga.
Gli isolani passano al 19’ con Edgar Costa tempestivo a correggere l’invitante assist di Patrick. Lo Sporting sembra risentire delle fatiche di coppa in settimana e non riesce a riorganizzarsi per tutta la prima frazione.
Nei secondi 45’ gli uomini di Peseiro chiudono gli isolani nella propria metà campo, ma un po’ per imprecisione, un po’ per sfortuna (salvataggio all’ 89’ di Sen sulla linea), non riescono ad impattare il risultato.

Vittoria in rimonta del Vitoria Guimares ai danni del Nacional per 2-1.
Sembrava una giornata storta per i padroni di casa. Il leader carismatico Marega viene espulso dopo appena 25’ per un ingenuo fallo di reazione, mentre gli ospiti vanno in vantaggio a inizio ripresa, con Hamzaoui bravo a sfruttare la serpentina di Bonilla. Ci pensa nel finale Tiquinho a ribaltare il risultato: prima al 75’ e poi al 87’ su rigore.

Il Pacos de Ferreira e il Chaves si dividono la posta: 1-1.
Partita divertente allo stadio “capital do Movel”. Entrambe le squadre hanno occasioni per portarsi avanti, ma è il Chaves, con il solito Battaglia, a farlo al 55’. I giallo-verdi, davanti al loro pubblico, non si spaventano e all’80 direttamente da calcio piazzato è Pedrinho Moreira a riportare in parità l’incontro.

Torna al successo la Belenenses, a farne le spese è la Feirense: 0-1
La squadra della capitale parte determinata da subito. Al 4’ Andrè Sousa colpisce il palo, ma al 13’ Sturgeon non sbaglia. Su preciso cross di Gerso Fernandes, il numero 17 raccoglie di testa e batte un incolpevole Vanà.
I bianco-blu di casa provano a ristabilire la parità, ma spesso sono imprecisi; quando non lo sono, trovano un Joel Castro in formato saracinesca.

Rio Ave battuto sul suo terreno amico dal Boavista per 1-2.
Le contendenti giocano ambedue per i 3 punti, ne esce una partita priva di tatticismi, con continui capovolgimenti di fronte. Sono gli ospiti a passare in vantaggio al 25’con Renato Santos, che pesca Cassio fuori posizione, beffandolo con un pallonetto da oltre 30 metri. Neanche il tempo di esultare e i bianco-verdi di casa pervengono al pareggio. Al 33’ Gil Dias di testa su assist di Pedrinho è bravo a trovare l’angolo giusto. Miguel Leal carica i suoi nello spogliatoio e le “Panteras” si ripotano in vantaggio con Nuno Henrique al 49’ abile a insaccare da pochi passi in mischia.

Beffa finale per la Moreirense che perde sul proprio terreno, ad opera del Vitoria Setubal: 1-2.
Dopo 70’ soporiferi, una ridda di emozioni nobilita il finale. Boateng porta avanti la formazione di casa, ma già ammonito esulta togliendosi la maglia. Inevitabile il secondo giallo e l’espulsione. Al 74’ Andrè Claro scocca un tiro senza pretese, ma Micael si trova sulla traiettoria e spiazza incolpevolmente il proprio portiere. I “Sadinos” ci credono e all’84’ Joao Amaral completa il sorpasso con un preciso sinistro.
Gli uomini di Couceiro tornano al successo che mancava in campionato dal 28 agosto.

Boccata d’ossigeno per l’Estoril che piega il Tondela per 2-0.
Gli ospiti dominano per larghi tratti dell’incontro, ma paradossalmente si spengono con la traversa colpita da Crislan al 54’.
Dalla panchina Fabiano Soares pesca Gustavo Tocantins, che spacca in due la partita in 3 minuti. Il 20enne brasiliano al 73’ prima porta avanti i suoi, trafiggendo Cluadio Ramos dopo una fuga di 50 metri; poi sigla il secondo goal di giornata, da pochi passi su invito di Kleber.

di Luca Satragno



As featured on NewsNow: Calcio news