DOMINIO – Quello delle due squadre di Liverpool: i ragazzi di Klopp, nonostante un Karius spettatore non pagante, non riescono a battere il Southampton di Puel. Mane e Coutinho i più pericolosi per i Reds, che si vedono raggiunti in vetta alla classifica dal Manchester City di Guardiola. Situazione diversa, risultato identico per i Toffees: sotto a Goodison Park per il rigore di Sigurdsson, gli uomini di Koeman dominano contro lo Swansea, trovando il gol del pareggio solo al 89′ grazie a Seamus Coleman.

DUE IN UNO – A saperlo, forse Guardiola avrebbe schierato Yaya Tourè più spesso. L’ivoriano decide il match contro il Crystal Palace, con un gol per tempo che permettono ai Citizens di raggiungere il Liverpool in testa alla classifica. Mesi di sofferenze e incomprensioni, risolte con la solita classe che lo ha sempre contraddistinto. Welcome back, Yaya!

SORPRESE – Watford e Bournemouth non hanno più intenzione di fermarsi. Per informazioni, chiedere a Leicester e Stoke City, le vittime più recenti. Gli Hornets di Mazzarri vanno avanti con Capoue e Pereyra dopo appena 12′ e, nonostante il rigore di Mahrez, gestiscono il match da grande squadra, portandosi a 18 punti, meno 1 dal Manchester United. Il Bournemouth, invece, approffitta dell’irriconoscibile Stoke City per portarsi a 15 punti, che equivalgono al nono posto solitario. Il match lo decide Ake, olandese classe ’95 in prestito dal Chelsea, mentre nella ripresa Bojan sbaglia il rigore che avrebbe permesso ai Potters di pareggiare. Ora la zona retrocessione dista solo 3 punti.

19 – La posizione del Sunderland, che grazie alla buonissima vittoria contro l’Hull City abbandona l’ultimo posto,provando a dare una scossa a una stagione molto complicata sin qui. Decisivi Defoe e Anichebe, mentre l’Hull City continua a fare fatica, con Phelan che non riesce a trovare la quadra per i Tigers.

 



As featured on NewsNow: Calcio news