Come ogni settimana l’Eredivisie ci regala un weekend ricco di emozioni e calcio spettacolo: sorprese, delusioni; gioie, dolori; ma soprattutto tanti, tanti gol. Di fatti in questa nona giornata di calcio olandese c’è stata la media di 2,8 gol a partita!

Partiamo ad analizzare questo weekend con la nona vittoria in nove partite del Feyenoord di van Bronckhorst, questa volta, però, la squadra di Rotterdam se l’è vista veramente brutta, grazie ad un ottimo NEC Nijmegen. Partita che comincia subito con ritmi elevatissimi, il Feyenoord si affaccia dopo 4 minuti nell’aria avversaria sugli sviluppi di un calcio d’angolo dove Jorgensen da due passi in riesce a spingere in porta il colpo di tacco di Kuyt. Dopo solo un minuto Rayhi raccoglie un rinvio sbagliato della difesa del Feyenoord e con un destro in girata beffa Jones che poteva fare molto meglio. L’intensità degli uomini di van Bronckhorst cala vistosamente, il NEC sta bene e punta a chiudere subito la partita. Ci prova due volte il solito Rayhi senza impensierire più di tanto il portiere avversario.
Nel secondo tempo il pallino del gioco passa in mano al Feyenoord che prova invano a sfondare il muro avversario. Infatti è il NEC a rendersi pericoloso, sempre con l’autore del gol che si fa trovare pronto su una risposta corta della difesa del Feyenoord sparando, però, alto il pallone.
Negli ultimi 20 minuti la squadra di Peter Hyballa prova a tenere come può: i biancorossi sembrano più freschi grazie, soprattutto all’ingresso in campo di Berghuis che al 79′ rientra sul mancino e calcia con il pallone che finisce prima sul palo, poi sui piedi di Kuyt che la tocca come può per Nicolai Jorgensen che con il ginocchio fa 1-1.
Nel finale è assedio del Feyenoord che al 91′ trova il gol del 2-1 con il neo entrato Kramer che raccoglie il tiro stampatosi sul palo di Jorgensen firmando la rete dei tre punti.

Non molla il passo l’Ajax che nel pomeriggio di domenica ha espugnato il campo dell’ Ado Den Haag. Parte in vantaggio dopo 20 minuti la squadra di Peter Bosz con il capitano Klaassen che sfrutta al meglio l’assist al bacio di Schone. Da lì in poi è solo la squadra di Amsterdam in campo che la chiude nel secondo tempo con Bertrand Traoré che col mancino finalizza la grande giocata di Younes.

Secondo pari consecutivo, invece, per il PSV Eindhoven, fermato in casa dall’ Heracles. Passa addirittura in svantaggio la squadra di Phillip Cocu grazie alla rete al 40′ di Armenteros che sfrutta una grave disattenzione della difesa dei Boeren. Dura poco la gioia degli ospiti perché dopo solo un minuto da calcio d’angolo arriva il colpo di testa di De Jong neutralizzato da Castro, ma sulla realista Pereiro firma il gol del definitivo 1-1.
Si riconferma sorpresa anche questa settimana l’ Heerenveen di Jurgen Streppel che dopo il pareggio della scorsa settimana contro il PSV, trova nuovamente i tre punti contro un Groningen allo sbando.
Subito in vantaggio gli ospiti: dopo 7 minuti Zeneli raccoglie l’assist di van Amersfoort e sigla l’ 1-0. A complicare le cose ci pensa Davidson che alla mezz’ora riceve il rosso diretto e va a farsi la doccia anticipatamente lasciando nel caos i suoi compagni che subiscono prima il 2-0 di Larsson e poi il sigillo finale dell’iraniano Ghoochannejhad.
Partita spettacolare e ricca di gol tra AZ Alkmaar e Vitesse. La apre dopo 23 minuti Lewis Baker che porta in vantaggio gli ospiti. Nella seconda frazione accade di tutto: al 51′ Ricky van Wolfswinkel la chiude apparentemente per i suoi, poiché l’AZ Alkmaar non si arrende: van den Brom butta nella mischia Muhren che lo ripaga con un uno-due fantastico che stende al tappeto il Vitesse.

Due a due anche tra Sparta Rotterdam e Willem e Twente e Zwolle.
Torna a vincere dopo due partite, invece, l’Utrecht che si sbarazza senza pietà dell’ Eagles. Partecipano alla festa Troupee, Strieder e Zivkovic.
Meno spettacolare, ma comunque importante la vittoria per 1-0 del Roda in casa dell’ Excelsior, arrivata per mano di Boysen, che permette alla squadra di Anastasiou di uscire dalle zone calde della classifica almeno per una settimana.

di Ciro De Vito



As featured on NewsNow: Calcio news