Ci sono delle novità importanti in Airtiricity League che meritano assoluta attenzione. La FAI (Football Associacion of Ireland) ha infatti annunciato, negli scorsi giorni, che dal 2018 la principale lega irlandese di calcio cambierà formato: vi saranno due divisioni da 10 squadre ciascuna, al posto dell’attuale formato da 12 (Premier Division) + 8 (First Division).

Cosa comporta questo? In termini prettamente pratici, vorrà dire che nella prossima stagione vi saranno tre retrocessioni fisse dalla Premier e solo una promozione in First, annullando di fatto, per un anno, le sfide dei play-off e lo spareggio promozione/retrocessione. Tradotto, le ultime tre classificate in Premier scenderanno, mentre la prima classificata di First salirà, semplicemente.

Questo per quanto concerne la stagione 2017, ossia la prossima. Dal 2018, invece, scatterà il vero e proprio nuovo formato: in Premier Division vi sarà una ‘regular season‘, composta da 27 partite, e poi un vero e proprio ‘split‘: dopo 27 turni, il campionato sarà quindi letteralmente scisso in due mini-tornei, che coinvolgeranno le prime 6 e le ultime 4, che si giocheranno, rispettivamente, i posti per l’Europa e la permanenza in Premier.

Vi ricorda qualcosa? Esattamente: il formato è pressoché identico a quello attualmente utilizzato nella SPFL scozzese (che fino alla stagione 2000/01 utilizzava 10 squadre, poi allargate a 12), con qualche particolarità in più. Ci sarà anzitutto un play-off per l’ultimo posto europeo rimanente, che sarà giocato in andata/ritorno. Vi sarà inoltre un meccanismo di promozione e retrocessione tramite spareggi che coinvolgerà l’8a e la 9a qualificate in Premier e la 2a e la 3a qualificate in First. Sarà, insomma, un campionato complesso, “multi-dimensionale” e non più “lineare”.

Questo da un punto di vista strettamente strutturale. Ci sono altre importanti novità che però questo nuovo formato si porta dietro. Anzitutto, verranno incrementati i premi in denaro dalla FAI, sia per quanto concerne le squadre di Premier che quelle di First. Ci sarà poi un vero e proprio rebranding della League of Ireland, che coinvolgerà, tra le altre cose, l’attuale sito internet della lega. Ci saranno nuovi accordi commerciali con sponsor, nuove strategie di marketing, progetti di potenziamento delle strutture, ma soprattutto nuovi accordi televisivi e radiofonici, con l’intento di esportare l’Airtricity League in mercati esteri. Ciò che dovrà essere potenziato è il così detto ‘fan engagement‘, con attività condotte da persone specifiche (i così detti “LOI Ambassadors“) nelle aree di più diretto coinvolgimento con la comunità circostante del club in questione.