Siamo ormai agli sgoccioli nella Premier Division irlandese e lo 0-0 dello Showgrounds tra Sligo Rovers e Cork City potrebbe essere fatale alla Rebel Army: a cinque giornate dal termine sarebbe infatti servita una vittoria agli uomini di John Caulfield per tenere il fiato sul collo al Dundalk, ma nella cittadina del Connacht la Bit o’Red ha impedito ai vice-campioni d’Irlanda di imporsi sul campo, giocando una partita di grande grinta e aggressività, conclusasi con un pari a reti bianche. I Leesiders hanno dunque un’ultima chance per non mandare tutto a rotoli: imporsi sul Galway United nel recupero di campionato di domani sera e portarsi a -4 dai Lilywhites, e poi dare il tutto per tutto nelle ultime giornate di campionato, sperando in qualche passo falso del Dundalk. A proposito di Dundalk: la squadra di Stephen Kenny, in un Oriel Park festante, ha dato spettacolo vincendo il big match contro il Derry City con un frizzante 3-1. Nel Louth sono stati i Northsiders a portarsi avanti, frangendo gli equilibri del match con un gol al 6’ di Lukas Schubert, ma i Lilywhites hanno presto ripreso le redini del match pareggiando i conti al 13’ con John Mountney e ribaltando definitivamente il risultato con il colpo di testa di Brian Gartland al 17’, sugli sviluppi di un corner splendidamente battuto dal solito Horgan. Che stagione quella di Daryl Horgan: è sempre lui l’uomo più pericoloso dei campioni d’Irlanda ed è sempre lui che, al 59’, con un taglio verticale geniale, serve a David McMillan la rete del suo 20° gol stagionale. La squadra di Stephen Kenny reagisce dunque magistralmente allo scialbo 1-1 racimolato contro lo Shamrock Rovers settimana scorsa: adesso li attende il Maccabi Tel Aviv in Irlanda per la prima, storica casalinga del Dundalk in Europa League.

Ottiene un bel successo anche lo Shamrock Rovers, che al Tallaght Stadium si impone con un bel 4-2 sul Galway United. La partita è fin da subito un appassionante botta-e-risposta: Sean Boyd, che ormai è una certezza nel reparto offensivo degli Hoops, apre le marcature al 22’, ma dieci minuti più tardi il capitano dei Tribesmen, Ryan Connolly, ritrova gli equilibri spiazzando Barry Murphy. I padroni di casa si riportano però avanti al 35’, grazie ad un’autorete di Ramsbottom, ma ci pensa sempre Connolly, allo scoccare dell’ora di gioco, a riportare a galla il Galway United. A questo punto però la banda di ragazzini di Dublino (perché dando un occhio alle carte d’identità dell’undici di Stephen Bradley, di questo si tratta) si scatena e Sean Heaney, terzino sinistro classe ’96, trova la rete del 3-2, che darà spazio, quattro minuti più tardi, al definitivo 4-2 di uno dei veterani della squadra, Gary McCabe: l’esterno 28enne chiude definitivamente i conti del match e lo Shamrock, inaspettatamente, scavalca il Derry City al terzo posto in classifica. Nelle altre partite, buona vittoria del Bohemian che si impone sul Longford Town fanalino di coda col minimo sforzo: al Dalymount ci pensa ancora Kurtis Byrne a siglare l’unica rete del match, spezzando quasi definitivamente i sogni di salvezza del Town. Non può dormire sogni tranquilli, tuttavia, il Wexford Youths, che perde malamente in casa contro un Bray Wanderers già ampiamente salvo, nonché la squadra più in forma di questo girone di ritorno: i Seagulls si impongono con un roboante 1-3 che porta le firme di Mark Salmon, Ger Pender e Kevin Lynch. Il gol della bandiera è invece di Shane Dempsey, che accorcia le distanze solo all’88’.

La classifica dopo 28 giornate, con diversi turni ancora da recuperare:

1- Dundalk, 62 (due gare in meno)
2- Cork City, 55 (tre gare in meno)
3- Shamrock Rovers, 50
4- Derry City, 49
5- Sligo Rovers, 38 (una gara in meno)
6- Bohemian, 38
7- Bray Wanderers, 36
8- Saint Patrick’s Athletic, 34 (tre gare in meno)
9- Galway United, 34 (una gara in meno)
10- Finn Harps, 23 (due gare in meno)
11- Wexford Youths, 19
12- Longford Town, 13

Foto: dundalkdemocrat.ie

Foto: dundalkdemocrat.ie



As featured on NewsNow: Calcio news