• (Quasi) bentornata Premier League! Dove eravamo rimasti?

Ormai ci siamo quasi: due settimane e la Premier League tornerà a tenerci incollati ai nostri televisori dal sabato fino al Monday Night, emozionandoci e regalandoci il privilegio di assistere a quello che, indipendentemente da ricchezze dei club, tattica e competitività europea, rimane probabilmente il campionato più affascinante del mondo. Tutti a inseguire il Chelsea campione in carica, con almeno 5-6 squadre pronte a dire la loro e a lottare fino all’ultimo. Merito di questo va, in gran parte, al mercato: manca ancora un mese e già tantissimi sono stati gli acquisti (anche onerosi) fatti in terra inglese. Qui analizzeremo i principali, cercando di valutare quanto possano essere d’aiuto alle rispettive squadre per migliorarne il tasso tecnico-tattico.

  • MANCHESTER UNITED

Partiamo dal trasferimento più costoso di questa sessione, quello che ha portato il belga Lukaku dall’Everton ad Old Trafford. Strappato alla concorrenza del Chelsea, il classe ’93 è costato ai Red Devils circa 85 milioni di euro (più bonus che farebbero arrivare il trasferimento a una cifra vicino ai 100 milioni). il 24enne di origini congolesi è senza dubbio quello che serve a Mourinho dopo la partenza di Zlatan Ibrahimovic, un centravanti che nella passata stagione ha garantito 25 gol e che, se assistito in maniera adeguata, ha le capacità per arrivare anche a essere più decisivo. In attesa di altri due colpi, richiesti dal manager portoghese, a Manchester si godono Lukaku, pronto finalmente ad entrare nell’olimpo dei grandi attaccanti moderni. L’altro acquisto importante, finora, è quello del difensore Lindelof, arrivato dal Benfica per una cifra che si aggira intorno ai 35 milioni di euro.

  • CHELSEA

Vistosi soffiare Lukaku, Conte non ha avuto dubbi: il nuovo centravanti del Chelsea sarebbe dovuto essere a tutti i costi l’ex juventino Morata, chiuso al Real dalla BBC e desideroso di essere protagonista in una squadra competitiva. Una volta individuato come unico obiettivo, la trattativa non è stata troppo complessa: 80 milioni nelle casse dei Blancos, la maglia numero 9 ad Alvaro, che raggiunge l’allenatore che, citando una parte di intervista “ha creduto più in lui”. Vista la quasi scontata partenza di Diego Costa, Morata rappresenta il presente e sicuramente il futuro di questo club, che ha investito tanto sul ragazzo classe ’93 per tentare di riconfermarsi in Premier e giocare una Champions da protagonista. Oltre allo spagnolo, sono arrivati altri due rinforzi importanti: Bakayoko dal Monaco, pagato 45 milioni e probabile erede del partente Matic, e Rudiger, pagato 35 milioni, dalla Roma.

  • ARSENAL

Dopo l’ennesima conferma di Wenger sulla panchina dei Gunners, serviva un colpo in grado di ridare entusiasmo a un’ambiente che ha voglia di tornare protagonista in ambito nazionale ed europeo. L’arrivo del francese, pagato al Lione 54 milioni, può significare sicuramente una svolta in questo senso. Immaginarlo accanto a Ozil e Sanchez dietro a Giroud probabilmente sembrava fantacalcio, ora sta a lui dimostrare il suo valore e a tutto l’Arsenal trasformare questa annata in una di quelle indimenticabili. Lacazette è la punta di diamante di un mercato che finora ha visto solo l’innesto suo e di Kolasinac, in scadenza di contratto con lo Schalke e quindi in arrivo a parametro zero.

  • MANCHESTER CITY

Spese pazze anche quest’anno in casa City. Walker, arrivato dal Tottenham per 55 milioni, Mendy, terzino più pagato di sempre (57 milioni al Monaco) e Danilo, pagato 30 milioni al Real, sono state le scelte di Guardiola per rinforzare l’unico reparto che aveva bisogno di attenzioni, quello difensivo. In più è stato comprato il sostituto di Bravo, Ederson, pagato 40 milioni al Benfica, e davanti è arrivato, sempre dal Monaco, Bernardo Silva, pagato 50 milioni. Nuovo anno, stessa storia: i milioni spesi sono tantissime, le aspettative sono alte. Pep, pensaci tu!

  • LIVERPOOL

Klopp lo aveva puntato da tempo, e finalmente è riuscito a portarlo ad Anfield: stiamo parlando di Mohamed Salah, arrivato alla corte del tedesco per 42 milioni. Oltre a lui, e in attesa di definire la questione Coutinho (richiesto dal Barcellona), è arrivato Andrew Robertson, promettente e talentuoso terzino, dall’Hull City.

  • LE ALTRE

Tra le altre squadre di Premier, sottolineamo in particolare il lavoro di Everton e West Ham. I Toffees hanno reinvestito i soldi della cessione di Lukaku per acquistare Keane, difensore del Burnley, per 28 milioni, Pickford, portiere pagato la cifra record di 27 milioni, in arrivo dal Sunderland, e Klaasen, forse l’acquisto più prestigioso, arrivato dall’Ajax per 27 milioni. Ma l’acquisto più prestigioso non può non essere il ritorno a casa di Wayne Rooney, che non ha rinnovato con i Red Devils e ha deciso per un romantico comeback dove tutto era iniziato. Anche dalle parti del nuovo Olympic Stadium, dopo la deludente passata stagione, si fanno le cose in grande: alla corte di Bilic, infatti, sono arrivati il Chicharito Hernandez e Marko Arnautovic, oltre al portiere Hart dal Manchester City. Attenti, quindi, a questi due progetti: con le giuste attenzioni potrebbero essere le vere outsider della prossima stagione.

Per concludere, menzioniamo il Tottenham, che abbastanza a sorpresa, dopo il secondo posto della passata stagione, non ha ancora piazzato nessun colpo. La politica del proprietario Daniel Levy è abbastanza chiara: egli ha sottolineato come il mercato degli altri club di Premier sia sproporzionato e insostenibile, è riuscito a trattenere i pezzi pregiati (Alli, Kane, Alderweireld), ha ceduto Walker solo perchè evidentemente il giocatore ha spinto per la cessione, e sta mantenendo la gestione di un club in maniera equilibrata. Si rivelerà una strategia vincente? Time will tell…

http://gty.im/822535224



As featured on NewsNow: Calcio news