Nell’unico posticipo domenicale che propone questa giornata di Premier League, si affrontano al Liberty Stadium di Swansea la squadra di casa guidata da Francesco Guidolin e il Chelsea di Antonio Conte, in uno dei numerosi derby tutti ‘italiani’ di questa stagione.

È la formazione londinese ad iniziare con maggiore veemenza la gara, ma lo Swansea tiene comunque bene il campo non riuscendo tuttavia quasi mai a rendersi pericoloso. Al 18º minuto arriva l’episodio che sblocca la partita, con una combinazione in spazi stretti tra Óscar, Willian e Diego Costa, con quest’ultimo che scaglia una conclusione imparabile per Fabianski e regala il vantaggio alla formazione ospite. Aver trovato la via del gol regala alla formazione di Conte una facilità nel controllo della partita ancor più accentuata ma nonostante questo sono pochissimi i reali pericoli che corre la difesa dello Swansea, quasi mai impegnata severamente se non per un paio di conclusioni dei brasiliani Óscar e Willian.

La seconda frazione inizia un po’ com’era finita la prima, ma su ritmi più bassi. Al 58º minuto arriva però l’episodio che cambia volto alla gara, sugli sviluppi di un contropiede rapidissimo orchestrato dalla formazione di Guidolin, con Gylfi Sigurdsson che conquista un calcio di rigore per fallo di Courtois, che sbaglia a valutare la traiettoria del pallone e nel tentativo di anticipare l’attaccante islandese lo travolge. E’ poi lo stesso ex giocatore del Tottenham ad incaricarsi della trasformazione del penalty che risulta vincente. La Swansea riesce poi ad approfittare di un momento di totale sbandamento della formazione di Conte e, due minuti più tardi, grazie ad un inserimento centrale del centrocampista olandese Leroy Fer, a trovare addirittura il gol del vantaggio. In questa circostanza i difensori del Chelsea pagano diversi errori di posizione che sono costati piuttosto cari. La reazione del Chelsea è abbastanza blanda nei primi minuti in cui Fabianski viene impegnato soltanto con conclusioni dalla distanza su cui il portiere polacco si fa trovare pronto. La formazione londinese reclama poi per la possibile concessione di un calcio di rigore per un fallo subito da Diego Costa ma l’arbitro lascia proseguire senza intervenire. Negli ultimi minuti la pressione del Chelsea si fa più costante ed al termine di un’azione tambureggiante la formazione di Conte trova il gol del pareggio con una rovesciata assolutamente spettacolare da parte del solito Diego Costa, abilissimo nella coordinazione per ribadire in rete una respinta corta di Fabianski sugli sviluppi di un tiro scagliato da Ivanovic, regalando il gol del pareggio, che complessivamente si può definire meritato.

Nei minuti conclusivi si assiste a un continuo botta e risposta con entrambe le squadre che si rendono protagoniste di diverse azioni pericolose in grado di indirizzare definitivamente la partita da una parte o dall’altra, ma nonostante gli sforzi dei 22 in campo il risultato non cambia più con la formazione di Antonio Conte che dunque rallenta nei confronti del Manchester City che rimane l’unica formazione della Premier League attualmente a punteggio pieno in classifica, mentre Guidolin porta la formazione gallese a quota quattro punti in quattro giornate.



As featured on NewsNow: Calcio news