La partita tra Chelsea ed Everton chiude il programma del sabato della Premier League. Nella fase iniziale dell’incontro la formazione di Antonio Conte esprime una marcata prevalenza territoriale in zona offensiva che mette a dura prova le energie nervose della formazione di Ronald Koeman. Questa pressione inizialmente non fornisce al Chelsea grandi occasioni per sbloccare effettivamente la partita ma tra il 18º ed il 19º minuto la squadra londinese piazza un terribile uno-due che indirizza pesantemente la partita. La prima rete viene siglata da Eden Hazard: l’azione parte da un recupero in zona offensiva di Diego Costa che scippa il pallone a Barry e lo lancia verso il trequartista belga che converge verso il centro e finalizza con un tiro a giro che si infila imparabilmente sul secondo palo. In questa circostanza il portiere ex Roma Maarten Stekelenburg non sembra impeccabile nel tentativo di respinta ma viene probabilmente tradito da un rimbalzo ravvicinato che rende il pallone incontrollabile. L’Everton mette palla al centro per riprendere il gioco ma il Chelsea riesce a completare un immediato recupero che coglie completamente sbilanciata la formazione di Koeman e mentre quella di Conte è abilissima ad approfittare della situazione. In questa circostanza è Hazard a recuperare il pallone per poi allargando sulla fascia a Pedro che, a sua volta, lo mette in mezzo di prima intenzione e sul palo opposto arriva l’inserimento vincente di Marcos Alonso che scaglia un rasoterra imparabile per Stekelenburg. Questi due gol subiti in rapidissima successione di fatto stordiscono sostanzialmente la formazione ospite che prova a reagire con un innalzamento del baricentro, operazione che si rivela piuttosto sterile. È il Chelsea ad andare ancora vicino al gol al 33º minuto quando l’esterno nigeriano Victor Moses lambisce il palo sul tentando di colpire al volo su un cambio di gioco proposto dallo stesso Marcos Alonso. L’appuntamento con il terzo gol è comunque soltanto rimandato al 41º minuto di gioco quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo David Luiz colpisce di testa facendo una sponda vincente per Diego Costa che si trova a poter colpire da distanza ravvicinata completamente smarcato e non ha nessuna difficoltà a trovare la doppietta personale.

Il Chelsea continua a spingere sull’acceleratore anche ad inizio ripresa nonostante sia ormai sostanzialmente certo della vittoria ed al 55º minuto i londinesi vanno nuovamente in gol con una combinazione piuttosto rapida tra i soliti Diego Costa ed Hazard: stavolta tocca al centrocampista belga al termine di un’azione fulminea colpire nuovamente verso la porta difesa da Stekelenburg e trovare anche la propria doppietta personale al pari del compagno di squadra brasiliano. Come era già avvenuto in occasione dei primi gol subiti anche in questa circostanza la reazione dell’Everton è totalmente inconsistente ed anzi il Chelsea continua a spingere sull’acceleratore trovando nuovamente il gol al 65º minuto con una la firma di Pedro Rodriguez Ledesma: i Blues sono nuovamente abilissimi a recuperare la palla all’interno metà campo offensiva e colpire l’Everton con una rapida transizione orchestrata da Diego Costa che serva ancora una volta Hazard, che conclude nuovamente verso la porta avversaria ma questa volta trova la risposta di Stekelenburg. Il portiere olandese però non riesce a bloccare il pallone e sulla respinta corta dell’estremo difensore scuola Ajax è proprio Pedro a colpire indisturbato e poter così scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori e realizzare la quinta rete dell’incontro. Anche dopo aver trovato ben cinque gol il Chelsea continua a mostrarsi famelico ed a creare un gran numero di opportunità per arrotondare ulteriormente il punteggio ma alla fine il risultato resta questo fino al 90º. Bastano dunque sostanzialmente 45 minuti agli uomini di Antonio Conte per archiviare la pratica Everton, prima di poter tranquillamente amministrare il resto della gara, lanciando un segnale di forza assolutamente straripante a tutte le concorrenti nella corsa al titolo riuscendo anche ed approfittare del pareggio maturato nel pomeriggio tra Manchester City e Middlesbrough ed in attesa dei match di domani che vedranno impegnate le altre big del campionato.

 



As featured on NewsNow: Calcio news