Ieri sera Ben Woodburn è entrato nella storia del Liverpool. Il suo gol all’81esimo minuto lo ha reso il più giovane marcatore della storia del club, all’età di 17 anni e 45 giorni, battendo la leggenda inglese Michael Owen di ben 99 giorni. Subito sono iniziati sui media i (prematuri) paragoni con lo stesso Owen e con Robbie Fowler, ma una cosa è certa: il 29 novembre del 1998 un certo Steven Gerrard fece il suo debutto con la maglia del Liverpool, ed esattamente 18 anni dopo Woodburn sigla il suo primo gol per questo club. Tutto merito di quell’uomo che siede in panchina, Jurgen Klopp. In un momento difficile per i Reds, che hanno perso per infortunio l’uomo chiave della squadra, ossia Philippe Coutinho, l’allenatore tedesco ha pensato bene di far esordire nella sfida di Coppa di Lega di ieri sera contro il Leeds United ben 3 giovani della primavera: Ben Woodburn (classe ’99), Oviemuno Ejaria (’97) e Trent Alexander-Arnold (’98). I tre adolescenti hanno decisamente stupito: Woodburn, prima punta, ha fatto il suo dovere, ovvero mettere in rete i palloni che gli arrivano, Ejaria ha giocato come mezz’ala, spezzando il gioco avversario e proponendosi più volte in avanti mostrando soprattutto il suo piede delicato in fase di possesso e d’impostazione, mentre Alexander-Arnold ha agito come terzino destro facendo valere la sua velocità e fornendo l’assist per il gol di Origi. Inoltre quest’ultimo, che è nel Liverpool da quando aveva 6 anni, fu inserito nell’autobiografia di Steven Gerrard che ne parlò come una futura promessa.

Ma non è la prima volta che Klopp riesce a stupire con i suoi esordi, soprattutto visti poi i grandi futuri che hanno caratterizzato le carriere dei giocatori messi in campo per la prima volta dal manager tedesco. Durante i suoi 15 anni di carriera come allenatore, dal 2001 ricordiamo diversi talenti:

-Christian Demirtas, debutto: 20 anni, data esordio: 26/02/05, club: Mainz;

-Mario Vrancic, debutto: 17 anni, data esordio: 19/05/07, club: Mainz;

-Neven Subotic, debutto: 18 anni, data esordio: 19705/07, club; Mainz;

-Damien Le Tallec, debutto: 19 anni, data esordio: 18/10/09, club: Borussia Dortmund;

-Jonas Hoffman, debutto: 20 anni, data esordio: 16/12/12, club: Borussia Dortmund;

-Marcel Schmelzer, debutto: 20 anni, data esordio: 16/08/08, club: Borussia Dortmund;

-Mario Gotze, debutto: 17 anni, data esordio: 21/11/09, club: Borussia Dortmund;

-Sheyi Ojo, debutto: 18 anni, data esordio: 08/01/16, club: Liverpool;

-Jerome Sinclair, debutto: 19 anni, data esordio: 08/01/16, club: Liverpool;

-Sergi Canos, debutto: 19 anni, data esordio: 15/05/16, club: Liverpool;

Questi sono solo alcuni dei tanti giovani che ha lanciato Jurgen Klopp, che soprattutto nel Liverpool e nel Borussia ha messo in mostra il lavoro che i rispettivi settori giovanili compiono annualmente, sfornando talenti destinati al grande calcio. In questo il tedesco è bravo soprattutto perché riesce a dare la giusta motivazione e adrenalina a giovani calciatori che spesso non si sentono ancora pronti per fare il primo passo verso quello che è l’inizio della loro carriera. Oltre ai diversi trofei vinti in età comunque giovane per un allenatore di livello mondiale, a Klopp va riconosciuta questa sua dote di far emergere nuove promesse all’interno dei club in cui si trova.

di Simone Moscufo

 



As featured on NewsNow: Calcio news