A White Hart Lane il Tottenham ha sconfitto con merito la capolista della Premier League (qui potete dare un’occhiata all’impatto sulla classifica), il Chelsea di Antonio Conte, che arrivava da addirittura 13 successi consecutivi e puntava a prendersi il record assoluto del torneo con 14 W. Dele ed Eriksen sono stati la mente e il braccio armato della banda di Mauricio Pochettino. Il danese in assistenza, il giovane centrocampista inglese, invece, realizzando una doppietta (di testa) preziosissima. Ma quali sono i dati interessanti a livello numerico sulla gara di ieri e sul torneo delle due squadre sin qui? Proviamo a regalarvene 5:

  • E’ stata solamente la seconda volta in stagione senza goal per il Chelsea. Curioso che anche la prima (e per ora unica) fu in trasferta a Londra, nella pesantissima sconfitta subita ad Emirates (3-0) da un Arsenal ispiratissimo. A corredo di ciò, interessante anche come sia stata solo la quarta sfida dell’anno in cui Diego Costa non abbia segnato o assistito a rete un compagno.
  • Per una striscia di vittorie che si è interrotta (quella del Chelsea), eccone una che ha preso quota (quella del Tottenham). Gli Spurs sono al quinto trionfo consecutivo in campionato, un vero rullo compressore, anche se la serie di successi più lunga, attiva in EPL, è ora del Manchester United di Mourinho (6 W).
  •  Dele Alli ha siglato la terza doppietta personale consecutiva, salendo a quota dieci in stagione (!!) e raggiungendo le 20 marcature in carriera. Un dato assolutamente clamoroso se si pensa che il ragazzo di Milton Keyenes compirà solamente 21 anni ad aprile. Sulle orme di Lampard e Scholes (almeno dal punto di vista realizzativo)?
  • 20 i gol in carriera (in EPL) per il ragazzo inglese, 20 gli assist nell’ultimo anno e mezzo per il danese Eriksen. Il centrocampista ex Ajax è definitivamente esploso sotto la guida del tecnico ex Saints, affermandosi con forza come uno dei giocatori più determinanti dell’intera lega britannica. Un autentico crack che, assieme a Dele e Kane, potrà far sognare i tifosi del Nord di Londra molto a lungo.
  • Nonostante una prestazione difensiva non irreprensibile (non punita da un Chelsea in serata no), da ieri sera la difesa Spurs è la migliore del torneo (solo 14 le segnature concesse), scavalcando proprio i Blues (15) in vetta a questa graduatoria. Il Team di Conte, che ha costruito le proprie fortune sulla solidità granitica nelle 13 sfide vinte in fila, ha concesso 4 reti agli avversari nelle ultime 2 gare, a fronte delle 2 complessive nelle 12 partite precedenti.


As featured on NewsNow: Calcio news