L’ex centrocampista dell’Arsenal Cesc Fabregas, ora in forza al Chelsea di Antonio Conte dopo la parentesi agrodolce al Barcellona, ha ammesso a distanza di tredici anni di aver tirato una fetta di pizza in faccia a nientemeno di Alex Ferguson. I fatti raccontati risalgono infatti all’ottobre del 2004, quando una controversa e contestatissima sconfitta per 2-0 contro il Manchester United ad Old Trafford pose fine alla striscia di 49 partite senza sconfitte degli “unbeatables” dell’Arsenal, trionfatori della Premier l’anno prima. Lo United vinse la partita grazie ad un rigore molto dubbio concesso a Rooney (da lì infatti, odiatissimo dai tifosi dei Gunners fino ad oggi), e al termine della partita nel tunnel vi furono numerosi tafferugli e mini-risse tra i giocatori delle due squadre. Per intenderci, era il periodo del duello e delle schermaglie tra Roy Keane e Vieira, e tra le due squadre persisteva un odio reciproco che trascendeva ben oltre dalla rivalità sportiva.

“Avevo in mano una fetta di pizza nel tunnel, quando vidi Sol Campbell, Martin Keown e Rio Ferdinand prendersi a pugni. Volevo mettermi in mezzo anch’io ma non avrei davvero saputo come fare tra quei colossi, così decisi di tirare la pizza cercando di colpire uno del Manchester…e invece presi in pieno volto Alex Ferguson! Non era davvero mia intenzione colpire lui, e infatti mi scusai immediatamente.”

Il fatto, confermato da Fabregas qualche giorno fa al programma di Sky UK “A League of their own”, era stato più volte negato dal catalano in passato, ma venne anche confermato dallo stesso Ferguson nella sua personale autobiografia, in cui spiega proprio ciò che accadde in quei momenti nel tunnel di Old Trafford:

“Avevo appena finito di discutere con Arsene. Ciò che accadde subito dopo fu che ero completamente ricoperto di pizza. Di solito offrivamo del cibo negli spogliatoi degli ospiti dopo ogni match. Pizza, pollo. La maggior parte dei club di Premier lo fa. Il cibo dell’Arsenal era di gran lunga il migliore.”