EFL Cup Final preview: “A chance of glory”

Calcio inglese 26 febbraio 2017 Leonardo Frenquelli


È un’occasione per entrare negli annali, un nuovo appuntamento con la storia: è Manchester UnitedSouthampton, la finale di EFL Cup

Si sa, nel calcio inglese non esistono competizioni di “secondo livello”: sotto l’arco di Wembley si gioca per vincere. Oggi alle 17.30 i Red Devils di Mourinho ed i Saints di Puel scenderanno in campo per assegnare il primo titolo del 2017. Un occhio alle statistiche ed ai risultati più recenti, fa sì che lo United si presenti al fischio d’inizio come favorito assoluto. Per gli uomini dello Special One, è arrivata una sola sconfitta negli ultimi 26 match disputati e molte delle incertezze mostrate ad inizio stagione sembrano aver trovato una risposta. L’allenatore portoghese, dalla sua, ha dimostrato un’eccellente attitudine per partite di questo genere. Nella sua carriera in Inghilterra infatti, non ha mai perso una finale: arrivato a Wembley per tre volte ai tempi del Chelsea, ne è sempre uscito con la Coppa di Lega tra le mani.

Non si può certamente fare lo stesso discorso per i biancorossi: per loro questa finale conta qualcosa in più. Giunti a Wembley dopo aver sorprendentemente eliminato il Liverpool nel doppio confronto, ora i Saints si trovano a calcare un palcoscenico importantissimo  e, di fatto, cercano di dare un senso alla loro stagione. Puel ha mostrato di poter ottenere grandi cose dal gioco dei suoi ma non ha mai trovato la costanza di rendimento necessaria. Il match di stasera significherebbe staccare un ticket per l’Europa, a dispetto della posizione di mezza classifica in Premier League.

Altro elemento che potrebbe andare a sfavore del Southampton è la poca esperienza nel disputare partite di simile importanza. A volte però il campo sa raccontare storie fantastiche, imprese degli sfavoriti che rimangono sempre vivide nella mente dei tifosi. Dalle parti del St.Mary’s si richiama con nostalgia e speranza l’anno 1976. In quell’occasione, i biancorossi guidati da McEnemy batterono proprio il Manchester United, in una delle finali di FA Cup più sorprendenti della storia. Fu un trionfo da “underdog”, proprio quello che servirebbe nel match odierno.

Il Manchester potrà contare sul pieno organico, eccezion fatta per Mkhitarian. Mourinho schiererà il suo solito 4-3-3, con Mata e Martial a supportare Ibrahimovic, autore di 24 reti in stagione. Puel sceglierà un sistema di gioco speculare: Stephens in difesa al posto dell’infortunato Van Dijk, con Tadic e Redmond alla ricerca di assist ed occasioni per Manolo Gabbiadini. Per sovrastare il solido United, il tecnico francese dovrà spingere i suoi a dare anche qualcosa in più del 100%. Soprattutto, si affiderà proprio all’attaccante italiano ex Napoli: a lui il compito  di confermare l’impressionante media gol registrata fin’ora e sfidare i pronostici per fare la storia.

Le prerogative per assistere ad una grande partita ci sono tutte. Un Manchester United affamato di vittorie è pronto a far valere la propria superiorità tecnica. D’altra parte il Southampton vuole smentire i numeri e fare un salto nel passato. La finale di EFL Cup sarà più di una semplice partita: sarà Mourinho contro Puel, Ibra contro Gabbiadini e non solo. Sarà una chance per la gloria, sotto l’arco Wembley.

 

 



As featured on NewsNow: Calcio news