E’ stato un infrasettimanale di grande calcio in Inghilterra, dove si sono giocate le gare valide per il quarto turno della League Cup.

Partendo dalle partite del martedì, iniziamo dall’Emirates Stadium dove l’Arsenal, deludente in campionato nell’ultimo turno pareggiato 0-0 con il Middlesbrough, ospitava il Reading nel remake della finale di FA Cup del 2015. Tanto turnover per Wenger che fa giocare tanti giovani dell’academy, alla fine a risultare decisiva è la doppietta di Alex Oxlade-Chamberlain, un gol per tempo che sigilla il successo e fa avanzare i Gunners al turno successivo. Impegno casalingo, ma decisamente più complicato, anche per il Liverpool di Jurgen Klopp, che riceve la visita del Tottenham. Anche ad Anfield tante seconde linee da entrambe le parti, i Reds passano in vantaggio al 9′ con Sturridge, poi al 64′ è ancora Sturridge a raddoppiare sul delizioso assist di Wijnaldum, al 76′ Janssen accorcia le distanze su calcio di rigore ma alla fine finisce 2-1, altra vittoria convincente per il club del Merseyside che si conferma senza dubbio la squadra più in forma della Premier. Il Newcastle gioca un calcio spettacolare e offensivo, un tiki-taka nel pieno spirito del suo manager Rafa Benitez, e travolge 6-0 il malcapitato Preston North-End. Magpies avanti già al 18′ con Mitrovic, poi il rosso diretto comminato al 25′ a Browne complica maledettamente la vita agli ospiti che dà lì in poi escono dal campo, dando modo ai bianconeri di dilagare. Al 38′ dopo una lunga pressione arriva il raddoppio con Momo Diamé, al 53′ Matt Ritchie firma il tris su rigore. Passano appena 2′ e al minuto 55′ Mitrovic trova la doppietta personale siglando la rete del 4-0, poi negli ultimi minuti i padroni di casa trovano prima il gol del 5-0 all’87’ ancora con Diamé, infine in pieno recupero c’è gloria anche per Ayoze Perez che chiude definitivamente i conti con il gol del 6-0. All’Ashton Gate di Bristol, l’Hull City, in crisi nera di risultati con cinque ko di fila in Premier, arriva ospite del Bristol City di Lee Johnson. Le Tigers passano a condurre sul finire del primo tempo, grazie alla rete messa a segno da Maguire. Al 47′ è l’altro difensore centrale, Dawson, a segnare lo 0-2, il gol al 90′ di Lee Tomlin serve solo a regalare un finale di gara molto concitato, alla fine però è 1-2, vittoria che fa soprattutto morale per l’Hull City, chiamato a risollevarsi in campionato dove la classifica si è fatta già preoccupante. Splendida partita ad Elland Road, dove il Leeds ospitava il Norwich City in un match che sa molto di Premier anni ’90. Al 14′ Pritchard porta avanti le Canaries, ma al 43′ l’ex Bologna Antonsson pareggia i conti. Nel secondo tempo non succede nulla così si va ai supplementari, e al minuto 99 Nelson Oliveira porta nuovamente in vantaggio l’undici allenato da Alex Neil. Sembra fatta ma i Peacocks non muoiono mai, e al 109′ Chris Wood trova la rete del 2-2 che manda le due squadre ai calci di rigore. Due penaly falliti per parte fino al quinto rigore, dopo il gol di Vieira per il Leeds, errore dal dischetto di Robbie Brady che è fatale per il Norwich, il Leeds avanza tra i festeggiamenti dei quasi 25.000 di Elland Road.

Ieri si sono giocate le altre sfide in programma, partiamo dalla sfida che contrapponeva il Chelsea di Antonio Conte e il West Ham, all’Olympic Stadium nuova tana degli Hammers. Padroni di casa avanti all’11’ con Kouyate, con i clarets&blue che trovano la rete del 2-0 al 48′ con Fernandes. Il gol allo scadere di Cahill serve solo per le statistiche, grande vittoria per gli uomini di Bilic, al terzo successo consecutivo, festa rovinata dagli scontri nelle tribune tra i tifosi Hammers e i Blues, con tante cariche sulla polizia, episodio grave che sicuramente non potrà passare inosservato in un Paese come la Gran Bretagna e il suo passato recente. Sfida che sa di Premier anche al St.Mary’s dove il Southampton riceveva il Sunderland: alla fine, a risultare decisivo è il gol di Boufal al 66′, che lancia i Saints e affossa ancor di più i Black Cats, già in grave difficoltà in campionato. Infine, derby di Manchester infuocato tra United e City, gli ultimi risultati di Pep e Mou sono stati molto deludenti e un’ulteriore sconfitta potrebbe risultare molto pesante sia per l’uno che per l’altro. Ibra inventa e Mata finalizza: due tra i giocatori più criticati di questi inizio di campionato confezionano il gol che decide la sfida al 54′, alla fine è 1-0 per Mourinho che avanza nella competizione, quinta gara senza vittoria per Guardiola che davvero appare in grave difficoltà in un campionato fisico e dipendioso come la Premier. E tra due giorni che l’insidiosa trasferta a West Brom…



As featured on NewsNow: Calcio news