Il lunch match del sabato, che apre il programma della nona giornata di Premier League, va in scena al Vitality Stadium, dove si affrontano i padroni di casa del Bournemouth ed il Tottenham. Alla vigilia la compagine londinese si trova al terzo posto in classifica, alle spalle della coppia di testa composta da Arsenal e Manchester City, mentre la formazione di casa è al 10º posto della graduatoria.

La sfida si accende fin dai primi minuti grazie alla formazione di casa, che al quinto minuto di gioco va vicinissima al vantaggio con Daniels. Il difensore locale si trova a pochi centimetri dalla deviazione vincente sotto porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la conclusione termina di poco a lato, anche grazie ad un intervento prodigioso da parte di Hugo Lloris. Dopo aver subito questa prima opportunità da rete è il Tottenham ad assumere con maggior decisione il controllo del gioco. Le migliori opportunità da goal le creano Lamela al 15º, e Christian Eriksen al 28º. L’argentino scheggia la traversa con una conclusione dalla distanza. Pochi minuti più tardi tocca poi al trequartista danese cercare il gol sempre una conclusione da fuori area che questa volta però trova l’ex portiere della Fiorentina Artur Boruc pronto alla deviazione. Nella parte conclusiva della prima frazione il Tottenham aumenta notevolmente la pressione offensiva ma entrambe le squadre non creano situazioni degne di nota, ed il risultato all’intervallo resta fermo sullo zero a zero di partenza.

In avvio di ripresa la formazione di Pochettino ad iniziare con maggiore veemenza ed andare alla conclusione pericolosamente con Dele Alli ma anche in questo caso Artur Boruc respinge con efficacia. Al 50^ arrivano due grandi opportunità costruite dalla formazione londinese, con due conclusioni particolarmente insidiose da parte dell’ex romanista Erik Lamela, che sfiora il gol del vantaggio. Prima sugli sviluppi di un contropiede lanciato da Eriksen, che mette l’argentino in condizione di calciare verso la porta di Boruc ma l’attaccante viene anticipato poco prima di poter scagliare una conclusione pericolosa, poi con una conclusione piuttosto ravvicinata dello stesso ‘coco’ che termina però di poco alta sopra la traversa. Al di là di questa fiammata iniziale del Tottenham la partita anche nella ripresa si rivela piuttosto deludente dal punto di vista spettacolare ed anche nella seconda frazione di gioco non si segnalano particolari occasioni in grado di giustificare un’eventuale vittoria della partita da parte di una delle due squadre.

Nel finale comunque è il Tottenham a rischiare maggiormente di compromettere il pari, prima con un fallo che avrebbe probabilmente meritato un’espulsione, commesso dal centrocampista francese Sissoko e poi con un altro intervento scorretto, stavolta del difensore belga Vertonghen su Wilshere, a rischio penalty. Finale di 0-0 che rallenta ulteriormente la marcia degli Spurs in classifica, ma che per quanto visto sul terreno di gioco durante i 90 minuti è un risultato giusto.



As featured on NewsNow: Calcio news