A due settimane dalla gara di campionato tra Hertha e Schalke 04, vinta per due reti a zero dagli ospiti, l’ex attaccante di Chelsea e Lille, Salomon Kalou, ha spiegato il gesto di protesta prima del fischio d’inizio, quando lui e i compagni dell’Hertha si sono inginocchiati per protesta contro gli ultimi episodi di razzismo in Europa e negli USA. dove già numerose squadre sia di NFL che di NBA si sono unite in questo gesto simbolico di protesta.

“Il gesto di inginocchiarsi non ha nulla a che vedere con la bandiera, ma è stato fatto per dimostrare che siamo tutti uniti e che insieme ci rialzeremo. Il razzismo è come il terrorismo. Alcuni possono vederla nella maniera sbagliata, ma penso che se tu sei contro il razzismo allora devi fare qualcosa per combatterlo”.

Il gesto, fortemente criticato dalla stampa tedesca che lo ha associato più ad una trovata pubblicitaria, è avvenuto appena qualche giorno prima dei presunti episodi a sfondo razziale che hanno coinvolto Antonio Rudiger e i tifosi della Roma in trasferta a Stamford Bridge per la gara di Champions League contro il Chelsea, con il club giallorosso che è stato anche sanzionato dall’UEFA.