E’ pura delizia per gli occhi questo Borussia Dortmund di Thomas Tuchel, che con la vittoria per 3-1 di stasera raggiunge quota 20 reti nelle ultime quattro partite (tra Champions e Bundesliga), numeri semplicemente da paura. Al Westfalenstadion i gialloneri ospitano il Friburgo neo-promosso, che ha ben figurato nelle prime battute di questa Bundesliga e lo ha fatto pure questa sera nel fortino del Borussia: la compagine della Foresta Nera crea infatti la prima, clamorosa chance nei minuti iniziali con Vincenzo Grifo, il quale, a tu per tu con Burki, spreca malamente l’occasione per portare avanti la propria squadra. Ed è un errore che pagherà caro: il Borussia Dortmund, da lì in poi, mette in moto un assedio asfissiante, che la difesa ospite riesce a contenere come meglio possibile, sfaldandosi solo a pochi secondi dalla fine del primo tempo, quando Ousmane Dembelé riesce finalmente a servire il pallone vincente per Aubameyang che davanti alla porta non sbaglia.

La ripresa inizia esattamente come era finita la prima frazione di gara: il Dortmund continua nel suo assedio, un pressing asfissiante che questa volta fa breccia pressoché subito. Al 53’, infatti, Piszczek trova la sua seconda rete stagionale, a pochi giorni di distanza dall’ultima (il polacco ha firmato il tabellino anche in casa del Wolfsburg), portando sul 2-0 i padroni di casa. Placata la fiamma degli uomini di Tuchel, il Friburgo tira fuori la testa e accorcia le distanze col sempre positivo Philipp, ma è solo un episodio circoscritto: il Dortmund, poco dopo, riprende infatti a macinare il suo gioco spettacolare e altamente offensivo, colpendo un palo con Aubameyang (che momentaneamente raggiunge Lewandowski in cima alla classifica marcatori) e calando il definitivo tris con Guerreiro, anch’egli alla seconda rete consecutiva, battendo Schowlow nelle battute finali del match. Borussia a quota 12, aspettando il Bayern Monaco.