La partita più attesa della giornata di Bundesliga è senz’altro la sfida dell’Allianz Arena tra Bayern Monaco e il Borussia Mönchengladbach. La partita inizia subito su ritmi altissimi ed è la formazione di Ancelotti ad assumere con decisione l’iniziativa fin dalle prime battute di gioco. L’occasione migliore arriva però all’ottavo minuto ed a firmarla è la formazione ospite che con un rapido contropiede coglie impreparata la retroguardia bavarese e va vicinissima al vantaggio con Andre Hahn. Nei minuti successivi arriva però una reazione veemente da parte del Bayern Monaco, che sfiora il gol del vantaggio in due circostanze: prima con Robert Lewandowski, che manca di pochissimi centimetri la deviazione vincente sul tentativo di cross teso da parte di Douglas Costa, e poi con Robben che colpisce molto pericolosamente con un tiro a giro che termina però di pochissimo a lato. L’assedio della formazione biancorossa continua ed assume proporzioni sempre più evidenti fino al 16º minuto quando è Arturo Vidal a regalare il meritato vantaggio ai padroni di casa. Il gol giunge al termine di una combinazione rapida tra David Alaba e Robben con quest’ultimo che mette in mezzo un pallone piuttosto invitante, che l’ex juventino non ha nessuna difficoltà a convertire in rete colpendo completamente indisturbato da distanza piuttosto ravvicinata. Aver trovato il vantaggio regala ancora maggiore convinzione nei propri mezzi al Bayern che continua a mantenere costantemente sotto pressione il Borussia Mönchengladbach, il quale non riesce praticamente mai a rendersi pericoloso in zona offensiva e ad alleggerire il proprio reparto difensivo. Il raddoppio arriva quasi inevitabilmente al 32º minuto, quando è Douglas Costa a liberarsi a tu per tu con Sommer battendolo imparabilmente e regalando il meritatissimo doppio vantaggio al Bayern Monaco. Anche dopo il secondo gol non diminuisce minimamente la pressione che la formazione bavarese esercita nei confronti della retroguardia del Borussia, che continua a schiacciarsi nella propria trequarti difensiva. Il risultato resta questo fino alla pausa di metà gara che paradossalmente rischia di essere già chiusa dopo la prima frazione di gioco, perché i due gol realizzati dal Bayern non riescono ad esprimere compiutamente la superiorità di gioco mostrata dalla squadra di Carlo Ancelotti, a tratti risultata imbarazzante per la retroguardia del Borussia Mönchengladbach.

Anche la seconda frazione di gioco si svolge sostanzialmente sulla stessa falsariga della prima ma la formazione bavarese si accontenta di veleggiare su ritmi più blandi. L’occasione più significativa del secondo tempo arriva da una combinazione sulla fascia tra Alaba e Costa, il quale serve un pallone piuttosto interessante a Robben che di sinistro calcia insolitamente alto sopra la traversa da posizione piuttosto favorevole. Rispetto a quanto si era visto nella prima frazione, il Borussia Mönchengladbach riesce ad avere qualche opportunità in più di mantenere il possesso di palla nella metà campo offensiva ma senza creare nessun pericolo degno di nota per la porta di Manuel Neuer almeno fino al 70º minuto, quando i biancoverdi colpiscono l’incrocio dei pali una conclusione in allungo da parte di Hahn, il più veloce ad impattare un eccellente cross dalla fascia di Lars Stindl. Nel finale di gara la formazione guidata da Schubert cerca con maggiore convinzione il gol che riaprirebbe la partita regalando qualche speranza ai biancoverdi, ma senza eccessiva fortuna. Il Bayern Monaco riesce dunque a rispondere alla vittoria nel pomeriggio dell’Herta Berlino, tornando a più tre sulla squadra della Capitale.

 



As featured on NewsNow: Calcio news