Il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti risponde al Borussia Dortmund andando a vincere anche l’affascinante derby tra nord e sud contro l’Amburgo, in terra anseatica. Al Volksparkstadion i bavaresi si impongono però solo nei minuti finali, beffando i padroni di casa dopo una gara ben giocata dal punto di vista difensivo: la truppa di Labbadia si sfalda solo sotto i dribbling ubriacanti di Ribery, che all’89’ serve il pallone vincente che Kimmich deve solo appoggiare in rete. Si tratta della quarta sconfitta per l’Amburgo, che ha raccolto solo un misero punto dopo cinque giornate: la panchina del tecnico tedesco di origine italiane traballa pesantemente.

Torna a vincere anche il Bayer Leverkusen, spinto da uno scatenato Chicharito Hernandez, che finalmente firma il tabellino dei marcatori dopo uno spento inizio di campionato. Lo fa in casa di un agguerrito Mainz, che va due volte in vantaggio prima di farsi rimontare dalle Aspirine di Roger Schimdt. La partita si infiamma a partire dallo scoccare della mezz’ora di gioco: ci pensa Yunus Malli ad aprire le marcature al 31’, ma Hernandez, servito da Aranguiz, ristabilisce subito il pari. Non passano nemmeno tre minuti che Stefan Bell, al 35’, servito proprio da Malli firma il 2-1, risultato col quale si va a riposo per l’intervallo. La ripresa è altrettanto avvincente: Roger Schimdt effettua tre cambi nel primo quarto d’ora, inserendo Tah, Volland e Kiessling al posto, rispettivamente, di un disastroso Dragovic, Pohjanpalo e Mehmedi; la partita volge subito a favore degli ospiti, che pareggiano sempre col messicano al 66’ (assistito da Kiessling) e strappano i tre punti della vittoria proprio col Chicharito, che al 92’ trova lo stacco vincente (assist di Tah) per il 2-3 definitivo.

Nelle altre partite, pirotecnico 3-3 tra Eintracht e Hertha Berlino, a Francoforte: sono i capitolini a portarsi avanti al 19’ con il rigore firmato da Ibisevic, ma la reazione dei padroni di casa è efficace e nel giro di cinque minuti ribaltano la situazione con Marco Fabian (altro messicano di Bundesliga) e Alexander Meier. Si va a riposo sul 2-1, ma l’Hertha, nel secondo tempo, si scatena con Esswein, che serve l’assist vincente per la doppietta di Ibisevic e firma la rete del 3-2, un capolavoro a giro di mancino. Il pari arriva solo negli istanti finali del match, col colpo di testa di Michael Hector che regala un prezioso pari ai bianconeri di Francoforte. Vince il Borussia Moenchengladbach, per 2-0 contro l’Ingolstadt: di Stindl e Wendt le reti della vittoria, che permettono alla squadra di Schubert di portarsi a quota 10 in classifica. Infine, buona vittoria dell’Augsburg, che supera l’ostacolo Darmstadt per 1-0, grazie alla rete del finlandese Finnbogasson al 47’.