Con Lucien Favre confermato a guidare la truppa, la Top11 dell’undicesima giornata di Ligue 1, viene schierata con un classico e “francesissimo” 4-3-3 offensivo, dotato di tantissima qualità

IN PORTA – Il posto di titolare fra i pali spetta di diritto a Baptiste Reynet. Il portiere del Dijon, fresco 26enne (28/10/1990), prende tutto ciò che gli avversari del Bastia scagliano verso la sua porta. Una vera e propria saracinesca che permette ai suoi di uscire dal Furiani con un punto prezioso.

IN DIFESA – La cerniera centrale è composta da PalloisJullien. Il primo offre una prova magistrale in quel di Marsiglia, in una gara in cui gli avversari hanno perennemente assediato la sua area di rigore. Il secondo, pur non riuscendo a evitare la sconfitta del Tolosa contro il Lione, segna il secondo gol stagionale e disputa una grandissima partita, peccato l’aver di fronte un attaccante in stato di grazia (vedere la voce “IN ATTACCO” per maggiori informazioni). A destra l’instancabile Pereira, ancora una volta in mostra nel 4 a 1 del Nizza sul Nantes (suo l’assist per l’ultimo gol rossonero), a sinistra Yoann Andreu dell’Angers, migliore dei suoi nella sfortunata sconfitta col Guingamp.

A CENTROCAMPO – Nel centrocampo a 3 la scelta ricade in primis su Cyprien. Il fantasista del Nizza segna una doppietta e risulta ancora una volta decisivo per l’undici capolista. Ad affiancarlo, insieme a Sanson del Montpellier (autore di uno splendido gol contro il Lorient), troviamo il giovanissimo Maxime Lopez del Marsiglia. Il classe ’97, cresciuto nelle giovanili dell’OM come trequartista, viene lanciato da Garcia come mezzala, dimostrando carattere ma, soprattutto, un mix di qualità e quantità che fanno di lui un prospetto interessantissimo.

IN ATTACCO – È un altro marsigliese ad aprire il terzetto d’attacco: Florian Thauvin. Già in mostra in diverse gare della gestione Passi, il numero 26 ha trovato nuova verve con l’arrivo di Garcia. Mancino naturale, l’ex tecnico della Roma lo schiera come ala destra. Il risultato è favoloso e, nonostante manchi il gol vittoria contro il Bordeaux, il classe ’93 dimostra di essere tornato quello dei tempi di Bielsa. Sulla sinistra il posto è di Ntep del Rennes. Se i rossoneri riescono a superare in casa il Metz, infatti, gran parte del merito va al loro esterno d’attacco. Dopo un primo tempo sottotono, il numero 7 si esalta nella ripresa dimostrandosi una spina nel fianco per gli avversari e fornendo a Said l’assist del gol vittoria. La punta di diamante (nonostante un grandioso Balotelli) non può che essere Alexandre Lacazette. Il bomber dei Gones sigla la doppietta che permette ai suoi di battere un avversario ostico come il Tolosa. I due gol sono relativamente il numero 100 e 101 con la maglia del Lione. Una tripla cifra che vale tre punti.

topppe



As featured on NewsNow: Calcio news