Martedì, nella pesante sconfitta interna subita dal Monaco, il giovane centrocampista belga Youri Tielemans è rimasto seduto in panchina per tutti i 90 minuti di gioco, ad osservare i suoi compagni cadere sotto i colpi dei lusitani. Non è la prima volta, in questo avvio di stagione, che l’ex gioiello dell’Anderlecht acquistato in estate dal Monaco per la bellezza di 25 milioni di euro, viene escluso dall’undici titolare dal tecnico Jardim. Nonostante l’ottimo esordio nella Supercoppa Francese contro il Psg, nelle prime sette gare di Ligue 1 finora disputate, Tielemans è infatti partito da titolare solo una volta, nel successo interno con lo Strasburgo, giocando solo piccoli spezzoni di partita in altre quattro circostanze.

In Champions League la situazione non è cambiata molto. Dopo la prestazione convincente, con tanto di gol, sul campo del Lipsia Jardim ha infatti scelto di lasciare il belga in panchina nella gara con il Porto, e nel Principato qualcuno ha iniziato a mettere in discussione le scelte del tecnico portoghese. Una situazione paradossale, se pensiamo che pochissimi giorni fa Tielemans aveva spiegato il motivo per cui aveva preferito il Monaco a società che lo volevano fortemente come l’Arsenal. “Sono stato onesto con me stesso, l’Arsenal ha centrocampisti di classe mondiale, e sapevo che sarebbe stato impossibile per me ritagliarmi molto spazio“. Nonostante l’interesse concreto di Wenger, Tielemans ha scelto così il Monaco; intervistato sul suo attuale minutaggio Tielemans ha poi concluso “Jardim è molto chiaro con me, so che devo dare il massimo per conquistarmi il posto, lo sto facendo, e spero di avere più chance in futuro“.

Embed from Getty Images