Dopo aver segnalato quali sono stati i migliori giovani portieri alla prima stagione nella Ligue 2 appena conclusa, e aver fatto lo stesso nel reparto difensivo, torniamo a parlare della seconda divisione francese passando in rassegna anche i giovani centrocampisti che all’esordio hanno impressionato tecnici ed addetti ai lavori della Ligue 2.

Youssef Ait Benasser (Nancy) : nella corsa verso la Ligue 1 del Nancy ha brillato il talento del centrocampista Ait Benasser. A 19 anni, il marocchino, integrato in estate in prima squadra, è riuscito a conquistarsi un posto da titolare in mezzo al campo ed a collezionare la bellezza di 33 presenze. Pablo Correa non ci ha messo molto a notare le qualità di un ragazzo che non ha patito affatto l’impatto con il calcio professionistico. Alto, dal fisico robusto, con buona tecnica ed ottima capacità di recuperare palloni, Benasser è il prototipo del centrocampista europeo e sono molti i club ad averlo messo nel mirino.  

Larry Azouni (Nimes) : Con 33 presenze e 2 reti all’attivo ( di cui una bellissima) Larry Azouni è uno dei protagonisti della clamorosa rimonta salvezza del Nimes nella seconda parte di stagione. Azouny, prodotto del vivaio dell’OM, malgrado i 175 centimetri ha mostrato  in un campionato molto fisico una grande capacità di gestione palla,  una resistenza invidiabile ed un’ottima predisposizione alla fase difensiva. Non una sorpresa in toto quella del classe 94′ , già perno del’Under 19 francese, ma che a Marzo ha trovato l’accordo con la federazione tunisina che lo ha presto incluso nella lista dei convocati della massima selezione nazionale.

Brahim Konatè (Auxerre) : sia chiaro, parliamo di calciatori alla prima esperienza in Ligue 2, altrimenti in casa Auxerre non avremmo potuto non citare i giovanissimi talenti che stanno crescendo, maturando e brillando in Borgogna già dallo scorso anno, centrocampisti come Lefebvre, Kilic e Berthier. Brahim Konatè classe 1996, 180 cm, è solo l’ennesimo prodotto di uno dei migliori settori giovanili transalpini, approdato in prima squadra questa stagione. Konatè deve ancora acquisire la dovuta esperienza, ma si presenta come un sicuro prospetto per il futuro dell’AJA grazie alle 18 presenze collezionate questa stagione e allo spazio sempre più importante che si sta ritagliando in squadra.

Vincent Marchetti (Ajaccio) : Classe luglio 1997, Marchetti è nato in Corsica ed è al 100% un prodotto del vivaio dell’Ajaccio; entrato nella prima squadra del club corso proprio nel Luglio di questa stagione,  in uno stile più offensivo attuato dai corsi da metà stagione, ha iniziato a vedere il campo dal primo minuto fino a conquistarsi la maglia da titolare grazie alle sue qualità. 28 presenze, 3 reti, una chiamata dalla nazionale giovanile ed un’altra da quella, non riconosciuta, della Corsica, sono il primo bottino post-season di un ragazzo che  è pronto ad affermarsi già dalla prossima stagione.

Faiz Selemani (Niort) : spazio tra i migliori calciatori al loro esordio  in Ligue 2 anche per Faiz Selemani, esterno di centrocampo del Niort. Malgrado una stagione non esaltante dei suoi Selemani, arrivato dal Consolat, non ha avuto fatica ad ambientarsi nella Ligue 2  ed ha macinato con costanza chilometri sulla corsia di destra realizzando anche 3 reti in 30 gare in aggiunta ad un ottimo contributo di assist e dinamismo.

Come non citare, restando in tema di esterni, anche l’ala sinistra dell’Auxerre Alexandre Vincent, classe 94′ autore di 4 reti e 6 assist in 35 presenze.

Non se l’è cavata male neppure il nostro Battocchio, 24 anni, e un esperienza in giro per l’Europa che continua ad allargarsi che con 33 presenze e 5 reti chiude a testa alta anche una stagione non troppo esaltante.  

Chiudiamo citando la buona stagione di Peter Lees-Melou  (Dijon) frenato solo da un brutto infortunio, quella di Solomon Sambia (Niort) 19 anni 31 presenze e 2 reti, dell’interessante duo del Tours di Simone Khaoui, Maouche, e quella di Adrien Tameze, 22 anni, alla prima stagione con la maglia del Valenciennes.

 



As featured on NewsNow: Calcio news